Verso Savoia-Marsala, mister Parlato: Serve più lucidità, mi aspettavo di subire meno gol. Il portiere…

Non è stata una partenza eccezionale quella del Savoia, che nelle prime tre giornate del Girone I ha raccolto solo cinque punti, frutto di due pareggi in trasferta ed una vittoria interna. Domani si ritorna tra le mura amiche del Giraud, alla ricerca della vittoria contro il Marsala.

Nella consueta conferenza stampa della vigilia, appena terminata, il tecnico biancoscudato Carmine Parlato ha analizzato la sfida ai siciliani: Il lavoro settimanale è sempre figlio degli errori della domenica, sappiamo i nostri difetti e li dobbiamo eliminare, dobbiamo avere una testa più libera per essere lucidi in ambo le fasi. Ho detto ai ragazzi che serve equilibrio sin dall’inizio, senza avere fretta nel finalizzare e stando attenti alla fase difensiva. Volzone? Gli errori li commettiamo tutti, io per primo. Vuoi per esigenze di squalifiche, vedi Rondinella, vuoi per problemi fisici, abbiamo avuto qualche difficoltà con i 2001. Dobbiamo dare continuità domenica dopo domenica, ma chi ha giocato ha fatto modo di guadagnarsi la pagnotta da titolare. Domani dobbiamo portare la gara dalla nostra parte. Portare a casa i punti nel girone d’anatomia è fondamantale, ma nel calcio ci sono pro e contro e la mole di gioco che hanno creato i ragazzi è stata importante, in queste partite abbiamo trovato almeno 15-16 palle gol, sicuramente mi aspettavo meno gol ma nel calcio ci può stare. Cerone e Orlando? Possono assolutamente coesistere. Ho convocato 20 giocatori, a parte Rondinella siamo tutti arruolabili. Marsala? Penso alla mia squadra, ai ragazzi abbiamo dato tutte le informazioni sugli avversari, nei pregi e nei difetti. Poi come loro arriveranno lo vedrò appena fischia l’arbitro e da là dobbiamo fare in modo di fare le cose come le abbiamo preparate

Condividi