Trapani chiama gli imprenditori, Pagani spera: “Lascio. Pagherò i debiti”

Questa sera, in quel di Pagani, si è tenuta la conferenza stampa del Presidente Raffaele Trapani per chiarire la propria posizione in merito al prossimo anno. Presenti anche il Presidente Onorario Calabrese ed il Sindaco De Prisco.

Prende parola subito il Presidente Trapani:

Conferenza per fare chiarezza sulla situazione Paganese. Ho dato 20 anni della mia vita per questa squadra e sono qui perché la squadra possa avere una nuova proprietà ma senza scomparire dal calcio, perché è l’ultima cosa che voglio.

Questa retrocessione mi ha distrutto moralmente e fisicamente, adesso non ho più forze e devo passare la mano. Sono qui perché ci tengo alla continuità della Paganese. Sono qui per dire che il debito della Paganese lo pagherà questa società, dunque chi verrà non dovrà pagarlo. Per le modalità saranno gli avvocati e gli amministratori a trovare le modalità.

Io voglio qualcuno che abbia energie per far ritornare la Paganese tra i professionisti. Non è giusto che chi subentri debba pagare il debito ed inoltre la cederò a 0. Chi verrà dovrà solo fare la squadra per farvi divertire, cosa che non sono riuscito a fare io negli ultimi anni.

Oggi non ho più quegli stimoli che mi hanno permesso di combattere, anche se la Paganese è una parte della mia vita ed infatti darò un contributo saldando io il debito e cedendo a 0 tutto ciò che abbiamo, partendo dal materiale.

Spero che il sindaco possa trovare un imprenditore che possa risollevare la Paganese, perché non ho più voglia e la testa per affrontare altre situazioni. Spero che in una città gloriosa come Pagani ci possa essere un imprenditore paganese che riporti la squadra in alto. Darò tutta la mia disponibilità a livello di conoscenze, amicizie ed esperienza ma non posso più guidare questo club.

Un ringraziamento devo farlo ai ragazzi della curva che ci sono sempre stati vicini nonostante le tante difficoltà. La Paganese ho sempre detto che con me non fallirà ed infatti non fallirà perché si potrà iscrivere in terza categoria ma la Paganese non scomparirà.

L’anno scorso ho iscritto la squadra al campionato ma gli sponsor sono venuti meno, soci non ne sono entrati e nessuno mi ha dato una mano, dunque se sono questi i presupposti è giusto che la Paganese riparta da categorie più basse.

Oggi dico che la retrocessione ha ucciso il leone che avete visto negli addietro”.

Poi il notaio Calabrese: Spero che il presidente possa ripensarci, ma qualora non dovesse essere così sarebbe un bel problema.

Io ho bisogno di qualcuno al mio fianco altrimenti siamo in mano al Sindaco. Io però voglio strappare una promessa al Presidente; qualora il Sindaco dovesse trovare le sponsorizzazioni per poter fare un campionato tranquillo in Serie D, voi non ve ne dovete andare”.

Infine ce stato anche l’intervento del Sindaco:  “Io voglio ringraziare Trapani, ma siccome non sono qui per attestati di stima, bisogna essere pragmatici e devo dire che Raffaele (Trapani) deve restare e non lo dico tanto per.

Il Presidente sta dicendo che non ha più voglia e non ha più forza, ma penso sia difficile che subentri una proprietà a 10/15 giorni dall’iscrizione e dobbiamo essere concreti. È possibile trovare nuove sponsorizzazioni ma è impossibile trovare nuovi imprenditori pronti a rilevare le quote della Paganese.

Chiedo agli imprenditori di fare lo sponsor per il Presidente Trapani e farlo nel minor tempo possibile dato che mancano pochi giorni, dato che per fare la Serie D ci vogliono 50 mila euro più per allestire la squadra. Per fare una squadra vincente mi dicono che ci voglia quasi 1 milione di euro e non può essere lasciato solo. Questo appello è esclusivamente per le forze economiche di questa città.

Tutte le strade sono aperte ma abbiamo 3/4 giorni di tempo, anche se sono fortemente convinto che la sponsorizzazione è la strada più semplice per tutti.

Veniamo da una retrocessione forse non meritata dati i grandi sforzi economici, non dobbiamo dunque scoraggiarci e trovare una soluzione. Pagani e la Paganese non possono fare a meno di Raffaele Trapani.

Qualche imprenditore già mi ha dato la disponibilità per la sponsorizzazione, in un modo nell’altro dobbiamo trovare questi 50 mila euro più i 300/400 mila euro almeno per fare la Serie D”.