Sporting Barra. Panico e De Rosa: due ciliegine per una corsa in solitaria

Mancano ancora cinque giorni al grande esordio. Lo Sporting Barra sta lavorando alacremente per un campionato e una Coppa Campania da grande. Savio Sarnataro, infatti, sta conducendo la seduta di allenamento quotidiana e lo fa con a disposizione due nuove pedine. Si tratta di Giulio Panico e di Vincenzo De Rosa. Nomi certamente di grande rilievo ed importanza che non passano certamente inosservati.

Il primo è reduce dalla stagione in Eccellenza con la Puteolana, squadra attualmente in Serie D che sta attraversando un altro periodo infernale. Scelta di scendere di categoria, ma con una formazione e con uno staff che certamente punta ad una stagione da vertice. L’ennesimo colpo di mercato del nuovo direttore sportivo Roberto Guadagnuolo, che regala un pezzo da novanta a Sarnataro. Esterno d’attacco destro, che eventualmente può agire anche a sinistra o arretrato, come fatto a Giugliano, il classe ’85 è uno degli ultimi botti di un calciomercato stellare.

Affianco a lui arriva, infatti, un altro calciatore reduce da una stagione vincente: Vincenzo De Rosa. Ex Real Agro Aversa ha contribuito alla cavalcata dei granata di Giovanni Sannazzaro verso l’Eccellenza, poi diventata Serie D. Centrocampista carismatico, ostico da affrontare per gli avversari. Un classe ’89 che ha fatto della fisicità il suo punto forte nella fase di non possesso palla.

Una coppia di innesti di alta classe, insomma, per uno Sporting Barra che si sta sfiziando e ha voglia di deliziare il quartiere a est di Napoli con il grande calcio.

Condividi