Spezia-Avellino 1-0. Agli aquilotti basta Marilungo: irpini sconfitti di misura

Alle spalle la brutta vicenda riguardane l’inchiesta Money Gate, l’Avellino è ospite al Picchio di La Spezia per affrontare la squadra di Fabio Gallo. Squadra, quella irpina, alla ricerca di una vittoria mancante da troppo tempo.

Novellino arriva con una vera e propria emergenza. Tanti gli assenti, tra infortuni e lo squalificato Suagher. Il tecnico schiera un inedito 4-3-3 con Radu in porta. Linea a quattro per la retroguardia composta da Pecorini, Kresic, Migliorini e Marchizza. Paghera e D’Angelo come interni di centrocampo con Di Tacchio a fare da regista. Molina e Bidauoi posizionati davanti a sostegno dell’unica punta centrale, Castaldo.

Lo Spezia arriva col classico e modulo e poche assenze. Gallo non recupera Gilardino che viene sostituito da Marilungo affiancato a Granoche. Confermato Mastinu dietro le punte, mentre sulla mediana Pssina, Vignali e Bolzoni. Linea difensiva a quattro con De Col e Lopez sulle fasce, Terzi e Giani al centro. A difesa della porta Di Gennaro.

LA PARTITA – Inizio subito a ritmi alti, che diventano quasi infernali con il passare dei minuti. Spezia ed Avellino si affrontano subito a viso aperto ed al 6′ minuto Granoce scalda i motori con un colpo d testa che finisce alto. Appena due minuti dopo risposta degli irpini, che portano al tiro Paghera dalla lunga distanza dopo una lunga azione insistita. L’inerzia del match cambia al 12′ quando Marilungo su imbeccata di Pessina trova il gol de vantaggio. L’Avellino sembra essere in difficoltà a causa del pressing asfissiante della formazione di casa. Gioco disordinato per gli irpini, che al 15′ comunque riescono a impegnare Di Gennaro con Bidauoi. Tiro strozzato per il marocchino. Il gioco viene consumato, per lo più, a centrocampo, con entrambe le formazioni che fanno fatica ad arrivare in area di rigore. Col passare dei minuti Avellino che alza il baricentro, senza trovare il gol. Poi ci prova Molina con un tiro di sinistro altro di poco. Risposta dello Spazia che dal 30′ si piazza in area biancoverde senza trovare il raddoppio. Negli ultimi dieci minuti l’inerzia è la stessa. Gli irpini provano a pungere, ma senza trovare la via del gol. Lo Spezia chiude il primo tempo in avanti. All’intervallo si fa senza recupero.

Inizio sprint dell’Avellino, nel secondo tempo: baricentro alto ed un indiavolato Biaduoi che prova a dare fastidio, ma non trova il tiro giusto per insaccare. Occasione sempre irpina dopo un’azione corale. Tiro blando. Al 6′ gol annullato a Castaldo per un probabile fallo su De Col. Alla ricerca di pesantezza offensiva, Novellino manda in campo Ardemagni al posto di Paghera, con Molina che torna a fare il centrocampista. Alla ripresa del gioco occasione sfumata per Granoche e una per lo stesso Ardemagni. Col passare dei minuti è lo Spezia a prendere il pallino del gioco, senza trovare la via del raddoppio. Match che va a sprazzi. Dopo qualche minuti, infatti, è ancora l’Avellino a produrre maggior gioco e alcune occasioni, ma nessuna reale palla gol. Bidauoi è tra gli uomini più pericolosi per gli irpini tanto da venir fermato sempre con falli. Sul’ultimo guadagnato va alla battuta Di Tacchio, ma il pallone si alza sopra la traversa. Al 32′ occasione Spezia dal nulla con forte che viene servito con un filtrante, bravi i centrali dell’Avellino a chiudere il tiro. Ne seguono un paio di folate dei bianconeri, indolori per gli irpini. Avellino che riprendere il pallino del gioco, Di Gennaro viene messo alla prova con un tiro deviato con i pugni. Al 35′ rischio dei biancoverdi, presi in contropiede dallo Spezia. Cross basso per Granoche, ma Migliorini anticipa senza affanni. Al 44′ Migliorini sfiora il gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Colpo di testa del difensore che rimbalza oltre il palo. In pieno recupero saltano gli schemi: Spezia che si butta in avanti, quanto meno per perdere tempo e farlo perdere anche agli avversari, Avellino che risponde attaccando a pieno organico con Kresic che va a fare anche l’attaccante aggiunto nella speranza di un spiazzata vincente. La partita però non si schioda dall’1-0 e la squadra di Novellina incassa una sconfitta rimanendo a quota 22 punti.

 

TABELLINO

SPEZIA-AVELLINO 1-0 (parziali 1-0; 0-0)

Spezia (4-3-1-2): Di Gennaro; De Col, Terzi, Giani, Lopez; Vignali (38′ st Capelli), Bolzoni, Pessina; Mastinu (24′ st Ammari); Marilungo (26′ st Forte), Granoche. A disp.: Bassi, Manfredini, Capelli, Ceccaroni, Forte, Soleri, Augello, Giorgi, Calabresi, Okereke, Acampora, Masi, Ammari. All.: Gallo.

Avellino (4-3-3): Radu; Pecorini, Kresic, Migliorini, Marchizza; Paghera (9′ st Ardemagni), Di Tacchio, D’Angelo (30′ Moretti); Molina, Castaldo, Bidaoui. A disp.: Iuliano, Lezzerini, Moretti, Camarà, Ardemagni, Gliha, Evangelista, Rizzato. All.: Novellino.

Arbitro: Pezzuto di Lecce.

Marcatori: 12′ Marilungo

Ammoniti: Di Tacchio, Terzi

Espulsi: /

Recuperi: 0 pt, 4 st

Cristina Mariano

Condividi