Sparta. Addio definitivo ai sogni di B

“La A.S.D. SPARTA, in particolare il patron Stefano Righetti, ringrazia tutti per le vicissitudini sportive convissute negli ultimi anni e, in particolare, durante la stagione appena trascorsa.

Dal co-fondatore Paolo Addeo al DS Giuseppe Costantino, da mister Fabio Oliva al preparatore Gennaro Varriale, dal dirigente Sabatino Piccolo all’addetto stampa Gianfranco Collaro, infine e non ultimi, i calcettisti, tutti loro si sono resi protagonisti di emozioni che rimarranno indelebili.

Nonostante il titolo sia stato ceduto allo Sporting Club Marigliano, si è sondata negli ultimi giorni la possibilità di perseguire un progetto in serie cadetta con il titolo del Granianum di Franco Minopoli, che ringrazio per la disponibilità.

Il piano comune non ha però trovato riscontro, avevamo chiara intenzione di proseguire e con la rosa e con l’organigramma e con la logistica, in pratica una serie B con gli stessi orari e giorni di allenamento e gli stessi rimborsi, ma purtroppo non tutti hanno dato il loro assenso, n√© i papabili nuovi innesti erano disposti. Mi rendo conto che è per molti difficile affrontare una categoria nazionale, con due giorni al mese destinati alle gare in trasferta, che divengono dispendiose per gli atleti sia dal punto di vista della distanza che del tempo perso. Pertanto al momento la serie B diviene un sogno inespresso, ma cercheremo di proseguire nel buon nome del futsal perpetrato in questi anni.

Chiudo ringraziando ancora tutti, comunicando a tutti i tesserati che sono svincolati, a parte coloro che faranno rientro dai prestiti (Marchesano e Visconti alla Flegrea; Brillante, Davascio, Mormone al Napoli C5; Emanuele Volonnino al Futsal Sbarra), auguro a tutti loro un futuro pieno di felicità e gioie, sportive e non.”

Stefano Righetti vice presidente Sparta

Condividi