Serie D, Mignano “fa le carte”: “Bene Afragolese, Savoia, Nocerina, Giugliano e Sorrento. Nola, Portici e Puteolana devono rinforzarsi”

Da qualche ora, la Lega Nazionale Dilettanti ha comunicato ufficialmente la composizione dei gironi del prossimo campionato di Serie D. Le tredici compagini campane sono state ripartite in ben quattro gironi diversi, dall’F all’I. Per commentare le chances delle squadre della nostra regione, abbiamo intervistato un dirigente che la Quarta Serie la conosce benissimo: l’ex direttore sportivo di Ercolanese e Savoia, Marco Mignano: “Innanzitutto auguro a tutte le squadre campane di raggiungere i propri obiettivi, do’ un grosso in bocca al lupo agli addetti ai lavori, società e tifosi perchè possano togliersi delle belle soddisfazioni“. Poi si passa al dettaglio:

GIRONE G –Sarà un girone abbastanza equilibrato: le squadre sarde si sono attrezzate e vedo in prima fila le due squadre di Sassari, il Latte Dolce e la Torres. Occhio anche al Latina, che può fare un campionato di vertice, mentre tra le campane vedo Afragolese, Savoia, Nocerina e Giugliano competitive per far bene, mentre il Gladiator può essere la sorpresa ed il Nola deve certamente rinforzarsi. Il Savoia può fare un campionato importante avendo una società forte ed una piazza importante, l’anno scorso abbiamo fatto un campionato di vertice e anche quest’anno può competere per la vittoria finale. Saluto la piazza torrese, che mi ha dato tanto e la ringrazio augurandogli i migliori successi“.

GIRONE H –Inserendo all’ultimo momento Picerno e Bitonto, è diventato veramente un girone forte. Le pugliesi come al solito giocano in ambienti particolari, sono squadre con una storia importante e giocare a Cerigola, Brindisi, Andria, Bitonto, Molfetta, Altmura, Taranto, Casarano sarà difficilissimo. Il Sorrento ha costruito un’ottima squadra grazie al lavoro del ds Amodio, il Portici ha una rosa giovane e dovrebbe rinforzarsi prendendo qualche altro giocatore di categoria, idem per la Puteolana, mentre l’Aversa già così può far bene“.

GIRONE I –E’ un altro girone complicato per le difficoltà logistiche e ambientali. Vedo superiori Acireale e le due Messina, mentre le due campane Gelbison e e Santa Maria Cilento possono fare un buon campionato perchè hanno società solide e rose interessanti“.