Serie C. Campane non brillanti: il resoconto del girone di andata

Indubbiamente un girone di andata tutt’altro che positivo per la formazioni di Serie C. Sommariamente parlando, infatti, e confrontando l’annata scorsa, le tre squadre che militano nelle terza serie nazionale hanno peggiorato i loro posizionamenti.

Un anno fa circa come ora, infatti, la Paganese viaggiava in prossimità della zona play-off, manifestando solo nella fase finale del campionato la volontà di voler affrontare gli spareggi, senza pretese, ma con la voglia di far qualcosa di storico, come giocarsi per la prima volta la Coppa Italia. Un avvio disastroso, un veloce cambio di allenatore e l’arrivo di Favo. Quante siano le responsabilità dei due tecnici bisognerebbe appurarlo con una rosa allo stesso livello di quella della scorsa annata. Via i pezzi migliori della squadra e innesti non all’altezza di chi è andato via. I risultati parlano. La Paganese, infatti, conta solo 16 punti all’attivo, 10 sconfitte, 3 vittorie e 7 pareggi. Penultima posizione e chiaro rischio retrocessione. Posizione arrivata dopo la sconfitta contro il Cosenza di Braglia.

La Casertana, come la Paganese, ha peggiorato il suo posizionamento, scendendo di almeno 4 posti rispetto alla stagione scorsa. Dopo i play-off della scorsa annata, l’avvio di questa ha portato un po’ di turbolenza. brutto inizio e andamento abbastanza altalenante ma una chiusura molto positiva: due vittorie nelle ultime due tra cui quella di ieri contro il Catania, seconda della classe. Poche pretese per i falchetti, che comunque si stanno mettendo al sicuro, almeno per quel che riguarda la salvezza. Sono 21 i punti in classifica, +3 dalla zona play-out che ricordiamo quest’anno comprende le ultime quattro squadre della classifica.

La Juve Stabia, infine, chiude l’anno con la pausa canonica che contraddistingue questa Serie C e meno di 20 squadre per girone. Attualmente al nono posto in classifica anche le vespe hanno iniziato male la loro annata, complice il mercato un po’ incerto e i lavori al Menti che hanno un po’ condizionato l’andamento interno. Ha 28 punti in classifica, ben di meno rispetto alla scorsa stagione, quando i gialloblu battagliavano con Lecce, Matera e Foggia per il primo posto in classifica. Tre vittorie e due pareggio nelle ultime cinque partite, confermando lo stato di salute della squadra allenata da Fabio Caserta.

Chiuso il girone di andata si tornerà in campo il prossimo 21 gennaio, intanto già tra qualche giorno comincerà il calciomercato che servirà alle formazioni per riempire alcune lacune in rosa.

Cristina Mariano

Condividi