Serie A. 11^ giornata: Inter e Juve vittoriose negli anticipi, ko Roma e Torino

L’Inter supera la Roma per 1-0 a San Siro e scavalca i giallorossi al primo posto in classifica. A decidere è stato un gol di Medel al 31′ del primo tempo che ha beffatoSzczesny dalla distanza. La Roma ha provato a recuperare, sciupando tanto anche dopo l’espulsione per doppio giallo diPjanic. Mancini sorprende scegliendo D’Ambrosio per la corsia di destra e lasciando fuori Icardi. Modulo ridisegnato un 4-3-3 con Jovetic in attacco supportato da Ljajic e Perisic. Dall’altra parte non recupera De Rossi, quindi gioca Maicon a destra con Florenzi alzato sulla linea degli intermedi di centrocampo. L’Inter lascia fare la partita alla Roma, la prima palla gol arriva al 7′ con Salah, al 15′ gran cross di Digne e Dzeko impatta debolmente favorendo la prima di una lunga serie di parate di Handanovic. La gara si accende, poco dopo miracolo di Szczesny su Brozovic. Al 23′ Handanovic si supera su Maicon, sulla ribattuta D’ambrosio decisivo nell’anticipare Dzeko. La replica dell’Inter è in un destro di Jovetic dalla distanza che finisce fuori. Al 31′ l’Inter passa in vantaggio con Medel: tiro rasoterra da fuori area, Szczesny la vede in ritardo e la palla si insacca all’angolino lontano. La rete da’ coraggio agli uomini di Mancini, mentre la Roma si comprime a lungo nella sua metà campo sperando in un errore degli avversari per ripartire con Salah e Gervinho sulle fasce. In avvio di ripresa Mancini perde Medel (guaio alla schiena), al suo posto entra Kondogbia. La Roma alza la pressione e si fa pericolosa ancora con Dzeko di testa, ma Handanovic c’è. Al 10′ ancora il bosniaco pecca di superficialità servito da Maicon da solo in mezzo all’area. Al 15′ ancora palla gol per la Roma con Salah, ancora Handanovic ci mette il corpo, poi si oppone ancora due volte ancora sull’egiziano. Seguono i primi cambi tattici: Iago per Florenzi, Palacio per Jovetic. Dopo almeno sei palle gol sciupate, la Roma resta anche in dieci per doppia ammonizione di Pjanic, che cos√¨ salterà anche il derby con la Lazio. In superiorità numerica l’Inter si distende e al 32′ Szczesny si deve superare su Brozovic. L’assedio finale della Roma non porta frutti, dopo 24 partite consecutive la Roma chiude un match ufficiale senza segnare.

Come un anno fa, la Juve vince il derby al 93′: Pogba sblocca, poi Bovo pareggia ma nel recupero Cuadrado firma il gol della vittoria: 2-1 nell’anticipo che apre l’11esima giornata di serie A. I bianconeri raggiungono i granata a quota 15. Juve in campo col 4-3-1-2 con Hernanes dietro Morata e Dybala, Padoin va a destra e Barzagli al centro. In regia torna Marchisio. Nel Torino Maxi Lopez in tandem con Quagliarella, Peres e Molinaro sulle fasce e Baselli e Acquah in mezzo con Vives. I bianconeri perdono per infortunio Khedira al 9′ (dentro Cuadrado) ma dieci minuti dopo passano in vantaggio: iniziativa di Cuadrado e palla servita centralmente, Dybala lascia scorrere e Pogba, con un gran collo destro, beffa Padelli. Il Toro prova a reagire e alla mezz’ora Quagliarella va vicino al pari con un destro dal limite che non finisce non lontano dal palo. Poco dopo bel sinistro a giro di Dybala che non inquadra la porta mentre a fine primo tempo la difesa bianconera mura Maxi Lopez nell’area piccola. Nel secondo tempo, al 6′, il pari del Torino con Bovo: punizione dal limite che sbatte su Baselli e sulla ribattuta sinistro violento del difensore che si infila sotto la traversa. Granata vicino al raddoppio sei minuti dopo con un colpo di testa di Glik ma Buffon alza in angolo. La reazione della Juve e’ nelle conclusioni di Pogba ed Hernanes, poi il francese non trova la deviazione vincente su un angolo dalla destra di Dybala. Buffon pronto su un tiro dai 35 metri di Vives, ma soprattutto su un cross di Zappacosta che diventa velenoso dopo una deviazione e poi su un altro colpo di testa di Glik. Nel finale trema il Toro con la traversa che nega il gol a Bonucci, poi Padelli fa un miracolo su Marchisio. Ma al 93′, sul cross di Alex Sandro, Cuadrado anticipa Peres e sigla il 2-1 che vale il ritorno alla vittoria. (ITALPRESS)

 

 

31