Savoia. L’analisi del match contro l’Akragas

Sono passate più di ventiquattro ore da quando gli uomini di mister Feola hanno battuto l’Akragas. I giganti, cos√¨ vengono chiamati i giocatori della compagine siciliana, hanno ben figurato nella trasferta di domenica contro il Savoia, ma come ammesso anche dal tecnico dei biancoazzurri Rigoli, i biancoscudati hanno meritato la vittoria. Gli oplontini non hanno permesso alla compagine ospite di esprimere al meglio il proprio gioco, chiudendo tutti gli spazi al centro, con i biancoazzurri costretti continuamente a giocare sulle fasce cercando con lunghi cross l’uomo d’area. Ma analizziamo reparto per reparto:

TRA I PALI – Il giovane portiere oplontino gioca con personalità tra i pali, sempre attento anche se viene impegnato solo in due occasioni durante la gara, la prima volta opponendosi ad un colpo di testa Saraniti da distanza ravvicinata nel primo tempo, e poi nella ripresa è lesto ad arrivare per primo su una palla destinata all’angolo della porta.

DIFESA – Stendardo e Manzo hanno anticipato tutte le offensive del reparto avanzato dei siciliani, mentre i due giovani terzini, Vigliotti e Petracciulo, sono stati bravi a contenere le azioni sugli esterni, ma anche abili a dare il loro contributo in fase offensiva.

CENTROCAMPO – Il duo in mediana composto da Del Liguori e Gargiulo, partita dopo partita è diventata una certezza per il tecnico Feola, e lo ha dimostrato anche domenica; grinta ed esperienza per De Liguori, estro e caparbietà per l’under Gargiulo che gioca come un veterano.

REPARTO AVANZATO – Partiamo con il capitano Scarpa, che oltre a segnare, si sacrifica per novanta minuti ripiegando anche in difesa; Tiscione crea due assist che portano al gol, diventa una spina nel fianco della difesa sciliana; Carotenuto gioca bene e da una mano anche in mediana; infine Meloni ha sorretto il reparto per tutti i novanta minuti, mettendo a segno due reti.

IL TECNICO – Grande lavoro da parte del tecnico casertano, il quale nella settimana che ha preceduto la grande sfida, ha ben saputo gestire i suoi uomini preparando una tattica che ha poi portato alla vittoria.

Adesso per i campioni che fanno impazzire la piazza di Torre Annunziata, attendono nuove sfide che dovranno essere preparate tutte minuziosamente, come fatto fino ad ora, per poter raggiungere il paradiso della Lega Pro.