Giovanni Ferraro Savoia

Savoia, Ferraro: “La squadra mi ha convinto”. Poziello: “Tornare alla maglia bianca? Ultimamente stiamo facendo bene…”

Al termine della vittoria contro il Giugliano, il tecnico del Savoia Giovanni Ferraro ha rilasciato queste dichiarazioni in conferenza stampa: “Oggi era una partita difficile perché i derby non sono mai facili al di là della classifica, sono partite che portano motivazioni diverse. Nel primo tempo abbiamo tenuto un ritmo basso, anche il cambio forzato per il problema di Sorrentino nel riscaldamento non ci aiutato. Faccio i complimenti ai ragazzi, che in questo settimana ha dimostrato ancora una volta di essere squadra, tutti danno il massimo impegno. Oggi eravamo un po’ stanchi perché abbiamo giocato tre partite in sette giorni con gli stessi uomini. I ragazzi danno sempre il massimo, da quando sono qui abbiamo riposato solo un giorno e trovare una disponibilità del genere non è facile. Nel calcio il lavoro paga sempre. Questa sosta viene nel momento giusto perché posso recuperare gli infortunati. La squadra mi ha convinto, consolidiamo la nostra posizione dei playoff, le vittorie ci fanno bene. I tifosi del Savoia mi hanno subito detto che a loro interessa la maglia, e io stesso ce l’ho sulla pelle e cerco di trasferirla ai calciatori. La nostra motivazione è capire se siamo all’altezza di Torre Annunziata, io in primis e anche i calciatori. Le ultime partite sono quelle che rimangono nella testa degli addetti al lavori. Dedico la vittoria a Torre Annunziata e a mia figlia Caterina che domani si laurea. Playoff? Quando sono arrivato qui non eravamo tra le prime cinque mentre ora lo siamo, quindi forse noi abbiamo rispetto alle altre una spinta in più, con voglia ed applicazione potremmo fare bene, ma prima dobbiamo arrivarci e mancano sette partite. Infortunati? Sono tutti problemi muscolari, penso che li recupereremo dopo la sosta. Le voci sul futuro del Savoia Non mi competono, è una squestolne di società, io sto bene qui e penso solo ad allenare la squadra”.

Dopo il mister è toccato a capitan Ciro Poziello: “La punizione? Sono cose che proviamo in allenamento. Nel primo tempo abbiamo fatto l’errore di non alzare il ritmo, eravamo lenti e quando troviamo squadre che si chiudono facciamo fatica. All’intervallo ci siamo parlati, il mister ci ha chiesto di fare di più e dopo il gol è stato in discesa. I Playoff sono il nostro obiettivo minimo, ci dispiace non giocarci fino alla fine il primo posto. Tornare alla maglia bianca? È una decisione della società, abbiamo capito che quelle parole del presidente erano state uno sprone. C’è stata una reazione giusta da parte dello spogliatoio, sappiamo che la maglia bianca va conquistata e ultimamente stiamo facendo bene. L’unico modo per far capire al presidente che si stava sbagliando era ed è far parlare il campo. Con questa sosta recuperermo un po’ e attenderemo con ansia la nostra partita. Non ho esultato per rispetto della mia città Giugliano, ma dedico questo gol a mia moglie che è incita di un maschietto”.