San Giorgio De Liguori Ambrosino Mango

San Giorgio, De Liguori: “Le difficoltà ci sono, ma crediamo nel miracolo-salvezza. Sul mercato…”

Lo scorso 23 dicembre, il San Giorgio ha compiuto l’ennesimo ribaltone tecnico della sua stagione: Vincenzo De Liguori e Salvatore Ambrosino sono diventati rispettivamente il nuovo direttore sportivo e il nuovo allenatore dei granata. Per fare un punto della situazione in casa granata, tra campo e mercato, il dirigente ex Portici ha rilasciato una lunga intervista sulle colonne dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis: “Dopo una bella esperienza con i toscani, al fianco del ds Roberto Gemmi, sono arrivato a San Giorgio in un periodo particolare. Avevo avuto i primi contatti ad ottobre, poi non se ne fece niente, prima di concretizzare il mese scorso. È inutile nascondersi: sicuramente ci sono delle difficoltà e dobbiamo guardare in faccia alla realtà. Qui c’è una società ottima, una delle più solide della Campania: basti pensare che gli stipendi di gennaio sono stati già regolarmente pagati. Tuttavia, la piazza di San Giorgio non aveva mai fatto la Serie D, e dunque non è semplice trovare calciatori di categoria disposti a sposare il nostro progetto, bisogna lavorare tanto per convincerli”.

De Liguori parla poi della scelta di mister Ambrosino e degli obiettivi stagionali: “Lo conosco da tanti anni, pur essendo questa la prima volta che lavoriamo insieme. Ho avuto la conferma di un tecnico molto preparato e passionale: sta cercando di lavorare anche e soprattutto sulla testa dei ragazzi, perché non è facile per un calciatore cambiare quattro allenatori in mezza stagione. Forse la sospensione dei campionati può essere un bene per noi, perché il mister ha più tempo per far apprendere i suoi concetti di gioco alla squadraIn questo momento, la classifica non ci aiuta: più di qualche errore è stato fatto, ma con il duro lavoro cercheremo di portare la barca in porto. Non sarà facile, ma noi crediamo al miracolo-salvezza: sappiamo che bisognerà sudare le fatidiche sette camicie perché siamo nel girone H, che è sempre stato il più competitivo della Serie D e vai a giocare in piazze che hanno tanto seguito di tifosi”.

La conclusione è sul mercato: “Quando sono stato chiamato, il mercato di Serie D era praticamente finito e quindi ho potuto lavorare solo sugli svincolati. Vogliamo gente funzionale, e sto cercando di muovermi su profili che già conoscono la categoria. La priorità è rinforzare la difesa, perché lì siamo cortissimi, ma, se dovessero presentarsi delle occasioni anche in altri reparti, cercheremo di coglierle, altrimenti resteremo così. Non è il caso di andare a prendere giocatori tanto per, se ci saranno profili che fanno al nostro caso ne parlerò con la società e credo non ci saranno problemi. La riapertura del mercato? Egoisticamente me la auguro, per accontentare il mister ed ampliare l’organico”.

San Giorgio De Liguori Ambrosino Mango