Salernitana. Ventura tra mille perplessita’: “Non tutti i giocatori sopporteranno queste condizioni”

Intervenuto sulle colonne di Tuttosport, il tecnico della Salernitana Giampiero Ventura, si è mostrato felice di riprendere la stagione, seppur tra mille incognite e perplessitá: “Un campionato d’estate non l’ha mai vissuto nessuno, quindi per tutti noi sarà una sfida da affrontare con cautela e curiosità. Manca il tempo per il raggiungimento della buona condizione fisica, collettivamente finora si è lavorato poco; oltretutto si giocherà ogni tre giorni e di sera il caldo si farà sentire. Conteranno poi le diverse situazioni ambientali perché, per esempio, le squadre che giocheranno in città di mare dovranno fare conti con l’intensa umidità che può creare problemi considerevoli di disidratazione.

Penso però che si dovrà lavorare in tre direzioni: agire sul piano mentale perchè lo stress può far più danni di caldo e malanni fisici; la seonda è curare l’aspetto atletico dei singoli, sapendo che dietro non c’è una preparazione sostanziale e che quindi per arrivare all’esplosione atletica da prestazione sarà necessario osservare un percorso graduale. Temo però che non tutti i giocatori sopporteranno questo nuovo tipo di lavoro; e in ultimo giocare in uno stadio senza spettatori avrà delle ripercussioni fatali. I tifosi sono una componente fondamentale del calcio e incidono sulle prestazioni di una squadra”.

Il mister poi conclude: “Campionato falsato? Direi più un campionato particolare, stretto nei tempi, intenso, figlio della necessità ma difficile per tutti anche. Non crea, insomma, disparità, si parte tutti alla pari. A 10 turni dalla fine tutto è possibile. Gli obiettivi di inizio stagione sono stati centrati e ora proviamo a divertirci”.

Condividi