Salernitana. Tra silenzi e striscioni:i sintomi della crisi granata

Tanti nomi e tantissime voci girano a Salerno, ma per il momento Gian Piero Ventura rimane l’allenatore della Salernitana.

La sconfitta di sabato pomeriggio col Cittadella e gli altri risultati di giornata hanno detto che adesso i granata sostano al 14° posto in classifica, con 19 punti conquistati.
I 2 punti di distacco dai play-out e i rispettivi 3 punti dalla zona play-off raccontano di una Salernitana entrata in crisi nera, dalla quale non riesce proprio pi√∫ ad uscirne.
Ovviamente tutte le critiche vertono verso l’allenatore e Ventura di certo non è esente da colpe. Questo è poco ma sicuro. Il tecnico granata in questi giorni si sta mostrando passivo ai risultati in campo della sua squadra: dopo la partita di sabato alle ore 15:00, il tecnico non è tornato con la squadra.

Il silenzio stampa continuato anche nel post-gara del “Tombolato” sarebbe un mezzo al pi√∫ presto da abolire perchè non fa altro che aumentare i dubbi e le perplessità dei tanti tifosi dell’ippocampo che in città stanno criticando a suon di striscioni questi risultati a dir poco pessimi. La societ√° si è ritirata nel silenzio in segno di protesta verso le decisioni arbitrali dopo la gara con l’Ascoli, ignorando i migliaia di tifosi che invece sono in attesa e hanno il diritto di sapere cosa sta succedendo nello spogliatoio e cosa ne sar√° quando domani mattina alle 10:00 al C.S “Mary Rosy” la squadra si ritroverà per gli allenamenti prima di andare in ritiro dove proseguir√° la preparazione alla prossima gara di domenica contro il Crotone che sarà l’ennesimo crocevia di questo momento.

Le sensazioni sono che Lotito conceder√° ancora qualche partita a Ventura, a cominciare dalla prossima col Crotone ma, se non dovessero cambiare le cose e addirittura dovessero arrivare altro brutti k.o., la dirigenza allora si che comincerà a guardarsi intorno.

Condividi