Salernitana. La vigilia della trasferta clivense, Ventura: “Domani capiremo cosa vogliamo”

Domani sera la Salernitana scende in campo sul prato del “Bentegodi” per sfidare la compagine Marcolini in una gara importantissima per l’inseguimento al secondo posto.

Stamattina Gian Piero Ventura ha parlato in conferenza, presentando la partita: “In questo momento della stagione ogni partita ha la stessa valenza. Quella di Verona sarà una gara importante per capire cosa vogliamo. Il Chievo è una squadra forte tatticamente, tecnicamente e fisicamente. Sarà una sfida delicata, dovremo approcciarci bene alla partita. Oggi la squadra che andiamo ad affrontare ha un valore relativo, è importante chi siamo noi e cosa vogliamo diventare. Dobbiamo scendere in campo con la mentalità e la convinzione giusta”. Queste le parole del tecnico Gian Piero Ventura intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Chievo Verona-Salernitana.

Il mister ha quindi concluso: “Abbiamo ancora tanto da lavorare ma c’è la possibilità di fare qualcosa di buono. I ragazzi devono acquisire l’abitudine a fare un certo tipo di lavoro e stare sempre concentrati. Adesso andiamo incontro ad una serie di partite ravvicinate e alcuni avranno bisogno di rifiatare, quindi avremo bisogno del contributo di tutti. Questo gruppo fino ad oggi ha lavorato in simbiosi e tutti sono in grado di giocare”.

Sul fronte convocati, usciti subito prima che il tecnico granata prendesse voce davanti ai giornalisti,saranno assenti Thomas Heurtaux e Alessio Cerci. Non saranno a Verona nemmeno il terzo portiere Stefano Russo, l’infortunato di lungo corso Mantovani e lo squalificato Walter Lopez, mentre Cicerelli e Lombardi hanno smaltito gli acciacchi fisici e sono regolarmente a disposizione. Prima in assoluto per il giovane della Primavera De Matteis.

Condividi