Salernitana. Di Tacchio,Billong e compagni al centro di polemiche: festini,grigliate e adesso rischiano dure sanzioni

Che il periodo che stiamo attraversando sia difficile per tutti è ormai cosa stra-risaputa. Ognuno di noi vorrebbe fare cose che fino a due mesi fa sembravano scontate e che eseguivamo in maniera spontanea ma,per rispetto di chi questo virus ha portato via persone care o è stato colpito direttamente da esso,stiamo,con tutte le difficoltà del caso,rispettando le limitazioni.Le trasgressioni sono sbagliate,e lo sono ancor di piú se a commetterle sono i calciatori che,siccome sono ricoperti dal velo della fama,dovrebbero dare l’esempio visto che sono seguiti sui social e non da parte di persone occupanti ogni fascia di etá,dai piú grandi ai piú piccoli.

Esempio che nelle ultime ore non hanno di certo dato i calciatori della Salernitana e ci stiamo riferendo in primis al capitano Francesco Di Tacchio e in seconda battuta al difensore Billong,resisi protagonisti di festini e grigliate finite sotto la lente di ingrandimento della societá che sta valutando di applicare dure sanzioni. Andando nello specifico e stando a quanto trapelato nelle ultime ore,capitan Di Tacchio ha accolto in casa sua alcuni compagni di squadra e le rispettive consorti per uno scambio d’auguri tra brindisi, risate e un po’ di musica con i vari Mantovani, Giannetti e Lopez.Forse troppa, visto che i vicini hanno allertato i carabinieri in virtù dell’assembramento che oggi è cosa assolutamente vietata. Di una cosa simile si è fatto protagonista il difensore granata Billong, il quale ha ben pensato di inscenare una grigliata con Capezzi e Kiyine immortalando anche ed ingenuamente tutto sul web.

Ovviamente sono giocatori sottoposti quotidianamente a controlli e la questione dei contagi è alquanto remota,impossibile. Ma,come detto poc’anzi,le leggi devono valere per tutti e tutti devono rispettarle.Per questo il direttore granata Luigi Fabiani starebbe pensando di sanzionarli severamente e in aggiunta ad un provvedimento che proverrebbe dalle autoritá locali visto che sono stati allertati in tempo dai vicini dei calciatori.

Inoltre negli ultimi minuti è arrivato anche il comunicato stampa della Salernitana a confermare il tutto. La societá ha “stigmatizzato il comportamento dei suoi tesserati richiamandoli” ma non si parla di alcuna sanzione disciplinare.

Ecco il comunicato della società granata:

“L’U.S. Salernitana 1919 stigmatizza il comportamento di alcuni suoi tesserati, che incautamente, la scorsa settimana, si sono ritrovati a casa del capitano Francesco Di Tacchio per festeggiare il compleanno di quest’ultimo, vivendo nello stesso stabile. E’ stato un peccato di leggerezza, che non ha giustificazioni in un momento in cui a tutti gli italiani viene chiesto di stare a casa e di rispettare le distanze sociali. La Società ha già provveduto a richiamare i propri tesserati, che tuttavia in tante altre circostanze hanno dato prova di rigore morale e senso di responsabilità”.