Salernitana. Alle 18:00 la sfida al Sudtirol: Castori si affida al turnover

L’ufficialità dell’operazione è stata annunciata pochi minuti fa dai due club: Lamin Jallow dalla Salernitana si trasferisce al Vicenza. L’attaccante gambiano – fanno sapere le due società – ha firmato un triennale con la società biancorossa, neopromossa in cadetteria e saluta, nell’anonimato, Salerno dopo due stagioni condite da 59 presenze e 12 gol.

Cambiando argomento, ieri si è scatenata un’ansia generale in casa granata per i presunti sospetti in merito alla positività di due tesserati; sospetti cancellati dalla stessa società con un comunicato, la quale ha riferito che nessun caso di Covid-19 è stato accertato, solo che due tamponi dovranno essere ripetuti in queste ore solo perché il materiale prelevato è risultato insufficiente ai fini della diagnosi prevista dai protocolli.

Tuttavia, è giornata di gara per i salernitani, perché alle ore 18:00 all’Arechi arriva il Sudtirol per il turno di Coppa Italia. Castori ieri in conferenza l’ha catalogata come gara utile per amalgamare il gruppo e per conoscersi meglio in mezzo al campo, ma ovviamente da portare a casa e con una bella prestazione. Dirigerá il confronto il Sig. Daniele Paterna della sezione si Teramo, coadiuvato dagli assistenti Damiano Margani di Latina e Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore, quarto uomo Davide Miele di Torino.

Per ciò che riguarda la probabile formazione, il tecnico ex Carpi dovrebbe affidarsi ad un po’ di turnover: davanti al riconfermato Belec, Castori dovrebbe far debuttare Gyomber (squalificato alla 1^ di B) e l’ex Livorno Bogdan al centro della difesa con Casasola e Lopez nel ruolo di terzini; a centrocampo dovrebbero esserci Lombardi sulla fascia destra, con Cicerelli sulla corsia mancina, Di Tacchio nel mezzo accanto a Schiavone; in attacco il duo composto da Cedric Gondo e Giannetti. Dalla panchina Djuric e Tutino.

Il Sudtirol di Stefano Vecchi, invece, è reduce dal successo nel turno precedente col Sassari e dal debutto in Serie C a Ravenna (prima 1-2 sul campo, poi diventato 0-3 a tavolino per un pasticcio del club romagnolo che ha schierato Mokulu squalificato, ndr). L’ex tecnico della primavera dell’Inter ha detto di voler essere la mina vagante della competizione, e già da questa sera potrá dimostrarlo in una sfida in cui parte, almeno sulla carta, da sfavorito.

La vincente affronterà la Sampdoria al “Marassi”.

Condividi