Rugby, come questo sport sta affrontando una lenta ripresa

Il rugby sta affrontando prima del previsto il ritorno agli allenamenti tradizionali e alla ripresa dei campionati europei e mondiali, se dall’8 giugno le squadre hanno toccato con mano l’ovale dopo tre lunghi mesi e in contemporanea è iniziato il rugbymercato, la World rugby ha aggiunto un altro tassello verso la normalità. 22 Agosto 2020 sarà la data della ripartenza della Guinnes pro14 con conclusione abbreviata, i derby in Italia, Scozia e Sudafrica vedranno le due squadre di ciascun Paese affrontarsi in gare di andata e ritorno mentre in Irlanda e Galles il calendario deve ancora essere definito ma la prospettiva è di concludere in quattro fine settimana con la Finale del Guinness PRO14 programmata per sabato 12 serttembre. Le squadre che concluderanno ai primi due posti in classifica di ciascuna conference accederanno a una semifinale in gara unica per conquistare l’accesso alla finale ed attraverso questa classifica si deciderà anche la qualificazione alle coppe europee 2020/21, tutto sempre per la metà di settembre in modo da lasciare spazio/riposo alle società partecipanti e poter iniziare il nuovo torneo di Guinness 2020/2021 il 3 ottobre. Per quanto riguarda il rugby campano, la federazione regionale si sta muovendo attraverso la ripresa non solo degli allenamenti ma anche dei campi estivi per i più piccoli, normative anticovid che le società dovranno seguire e contributi assegnati dalla CONI alle società sportive giovanili a seguito della chiusura, tutto ciò di cui il presidente Fir Campania Fabrizio Senatore ci ha anticipato in una nostra intervista la settimana scorsa. Il rugby europeo ha così iniziato a piccoli passi rispetto ad altri paesi nel resto del mondo, come la Nuova Zelanda dove si è ripreso normalmente il campionato Aotearoa a porte aperte, il ritorno post covid prima delle previsioni avute nel mese di marzo ma con una organizzazione dove prima viene il rispetto e la salute di ogni singolo giocatore.

 

Foto Zebre Rugby

Condividi