Real Sant’Erasmo C5: anno zero, si riparte da un progetto local

Un’annata tribolata, dalla gioia per la finale di Coppa Italia, persa soltanto ai rigori, alle dimissioni di mister Lieto e alla deriva verso la fine del campionato, in cui si era partiti in pompa magna e finiti con una salvezza risicata. Questa la parabola del Real Sant’Erasmo C5 nella stagione 2012/13 di serie C1.

Ma il futsal sammaritano ha voglia di rinascita, non solo sulla sponda rossonera del Sant’Erasmo, ma anche su quella nerazzurra del Gladiator, non quello del futsal retrocesso in C2, ma quello del calcio a 11 col quale si intendeva creare una Polisportiva. Intento che è stato bloccato dalla burocrazia federale, dunque rimandato con ogni probabilità alla prossima annata.

Sarà Alessandro De Pascale a guidare la Prima Squadra in C1; la rosa avrà le conferme di Asciore, Baldassarre, Cecere e Bottone; l’arrivo di Capitelli dal Futsal Gladiator, e l’inserimento di diversi giovani calcettisti provenienti dalla Juniores e da zone limitrofe. Si riparte da un progetto local, il perno resta il presidente Pasquale Galluccio per un piano “a chilometri zero”, e una struttura societaria che avrà un responsabile per ogni settore. Il tecnico della formazione Juniores? Sarà un sammaritano, meticoloso e preparato e di giovane età? Il nome? Noi abbiamo fornito l’identikit, a dare l’annuncio ufficiale sarà la società nei prossimi giorni!

Condividi