Real Madrid-Napoli 3-1. Azzurri con un filo di speranza, al San Paolo si decide

Sembrerebbe un risultato che condanna senza riserva il Napoli di Maurizio Sarri, uscente dal Bernadeu con un 3 a 1 non poco pesante. Insigne, però, mantiene accesa la luce della speranza grazie al suo gol in trasferta. Al San Paolo si deciderà tutto.

Il Napoli scende in campo con il classico modulo ed il classico approccio, qualcosa, però, non va. Davanti c’è il Real Madrid. Nel primo tempo poco Napoli che risulta molto appiattito nella propria metà campo e sbaglio non poco nell’impostazione del gioco. Nonostante ciò riesce di tanto in tanto a farsi vedere dalle parti di Navas e Insigne trova anche l’occasione giusta per insaccarla alle sue spalle. Il portiere madrileno, infatti, è molto fuori dalla propria area di competenza e grazie ad una ripartenza riesce a prenderlo in contro tempo e spedire il pallone all’angolino destro. Non può nulla Navas. Il Real Madrid non si fa di certo intimorire e nonostante qualche errore di troppo mantiene la calma e la lucidità che lo rende grande. Gli azzurri sbagliano troppo ed a tratti sembrano leziosi, lasciandosi a qualche giocata troppo sofisticata e poco adatta all’avversario, cos√¨ al 18′ trova la via del gol con una inzuccata efficace. Responsabilità di Reina sul pareggio blanco. Il prosieguo del primo tempo scorre con il Real che tenta di trovare il gol della rimonta, ma il Napoli fa buona guardia.

Nella ripresa Napoli ancora molto schiacciato indietro e gioco molto spesso interrotto, non dall’arbitro, ma dai passaggi sbagliati dei giocatori azzurri. Il Real non ci mette troppo e punisce gli avversari prima con un tiro da fuori di Kross. Reina in contro tempo non riesce a buttarsi sul suo palo e tentare la respinta a terra. Pochi minuti dopo arriva anche il terzo gol. Reina cerca una giocata con i piedi rischiando non poco l’intercetto da parte degli attaccanti avversari. Alla fine si rifugia in un lancio non particolarmente lungo. Qualche rimpallo e il pallone finisce sui piedi di Casemiro che al volo crea una parabola imparabile dall’estremo azzurro. Il Napoli non ha nulla da perdere e si butta in avanti, però, continuando a lasciare spazi al Real, ma soprattutto sbagliando in fase di impostazione, non in fase di disimpegno, però. Infatti nonostante le incursioni madrilene Reina e la difesa riescono a mantenere il passivo di 2 gol. Gli azzurri riescono, nel finale, a trovare ance un altro gol, ma viene annullato per la posizione irregolare di Callejon.

Al 93′ Skodina manda tutti negli spogliatoi. Appuramento a marzo al San Paolo, dove il Napoli ha come sola opportunità di passare il turno quella non di vincere. Basterebbe un 2 a 0 per gli azzurri a ribaltare la sentenza.

Cristina Mariano

Condividi