Quartograd. A Casalnuovo il sigillo sulla Coppa, Amazzini: “Vittoria del gruppo”

A Casalnuovo, il Quartograd s’impone sul Mas Que un Club. Cuore, Grinta e tanto affiatamento in mezzo al campo la marcia in più di questa compagine, mai battuti in gare ufficiali dalla fondazione.

Girone 36, I Turno Coppa Campania II Categoria, gara di ritorno

Domenica 3.11 ore 17.00 Complesso Holly e Benji – Casalnuovo di Napoli

Mas Que un Club vs a.s.d. Quartograd 0-1

Marcatori : 44’Canetti (Q)


A.S.D. Quartograd :
1.Sena, 2.Cotena, 3.Citterio, 4.Barbato, 5.Moreno, 6.Rendente, 7.D’Angiò (58’18. Di Fraia), 8.Pezzuto, 9.Canetti (65′ 17.Di Gennaro), 10.Gelotto (75′ 14.G.Rinforzi), 11.Uccello,
In Panchina : 12. Sabatino, 13.Fabozzi, 16.Luise
Allenatore : Mister Amazzini – Vice Giuseppe Matarese

Mas Que un Club :
0.Pannone, 2.Fatigati, 3.Tuccilio, 4.Puzio, 5.Pellino, 6.Giordano, 7..Silvestro F, 8.Orefice, 9.Silvestro A., 10.Esposito, C. 11.Micco
In Panchina : 12.Gargiulo, 13.Guida, 00.Auriemma, 15.Esposito A., 16.Dell’Aquila, 17.Esposito S. 18.Caiazzo

Allenatore : Basile Davide –

Note ‚Äì La gara inizia con 35′ di ritardo a causa del ritardo da parte dell’arbitro.

 

Casalnuovo di Napoli ‚Äì E’ un Quartograd con parecchie novità in diversi settori, quello che mister Amazzini fa scendere in campo nella gara di ritorno del I Turno di Coppa Campania contro il Mas Que un Club. Rispetto alla gara di andata sono tante le novità : D’Alma, De Vivo, Rinforzi P. in tribuna, insieme a Capuano G., Sepe e l’indisponibile Rizzo; Di Gennaro in panca, a favore dell’uomo partita Peppe Canetti. E’ suo, infatti il goal, che al 44′ manda in visibilio i circa 50 supporters che sfidando, orario e condizioni metereologiche gremivano l’impianto di Casalnuovo. Il Quartograd forte del risultato dell’andata (5-1) può permettersi di attendere gli avversari, mentre il Mas deve interpretare per bene la gara dal primo minuto cercando una rimonta impossibile per passare il turno.
I primi 30 minuti di gara assomigliano più ad una partita di rugby che di calcio, ciò veniva favorito da un campo molto stretto e da un terreno scivoloso a causa della pioggia copiosa scesa abbondantemente su Casalnuovo qualche ora prima del match. Ciò recava diversi vantaggi alla fisicità avversaria che riusciva ad imporsi maggiormente sui nostri ragazzi, che con il coltello tra i denti sono riusciti tuttavia ad uscire indenni da questa prima fase di gara. Avviene cos√¨ che il Mas arriva un paio di volte dalle parti della porta difesa dal nostro estremo difensore Sena, senza metterlo in serie difficoltà : al 15′ è Silvestro A. che riesce a divincolarsi sulla fascia destra superando Citterio, arriva sul fondo ma il cross teso al centro non viene raccolto da nessuno compagno di squadra; al 22′ invece è un super Sena che vola alla sua sinistra deviando sul palo un tiro indirizzato all’incrocio. Qualche minuto più tardi Sena deve ripetersi con un intervento alla Garella su un tiro preciso e secco da distanza ravvicinata. E’ questo forse il momento di sofferenza maggiore per il Quartograd. Mister Amazzini interviene dando diverse disposizioni ai suoi : Barbato viene spostato laterale e Cotena va a comporre la coppia centrale difensiva con Moreno; agli esterni viene data disposizione di allargarsi andando a giocare quasi sulla linea che delimita la fine del campo; al centrocampo viene chiesto di sfruttare al meglio le ripartenze, sulle quali la difesa avversaria ha dimostrato più volte di scricchiolare nella gara di andata. Al 30′ è proprio una ripartenza che mette in seria difficoltà la difesa avversaria, Canetti, sul filo del fuorigioco è lanciato a rete da Gelotto, Pannone tenta una disperata uscita, ma non riesce a bloccare la palla, Uccello si ritrova palla al piede spalle alla porta, prova con una girata improvvisa la conclusione a rete, la palla sfiora il palo alla sinistra di Pannone. Al 37′ è da calcio d’angolo che arriva un’altra occasione nitida per il Quartograd, Uccello calcia una palla lunga che viene raccolta da Canetti, il quale gira di testa, per pochi centimetri il pallone non va dentro a portiere avversario battuto.
Al 40′ va in scena la prova generale del vantaggio Quartograd, Gelotto dalla fascia destra, si porta a ballare il tango un paio di giocatori avversari, punta il portiere potendo sfruttare la superiorità numerica serve al centro Canetti, che insacca a porta vuota, l’arbitro alza la mano fischiando fuorigioco di Gelotto. Al 43′ Citterio va a calciare una punizione sul lato sinistro del campo, la palla a girare sorprende il portiere Pannone sul proprio palo, l’estremo difensore Mas ci mette una pezza, smanacciando in corner. Al 44′ è Peppe Canetti che ricordando il buon vecchio Pippo Inzaghi, scatta sul filo del fuorigioco, raccoglie un pallone rimbalzante proveniente dalla linea mediana del campo e insacca con un grazioso pallonetto che scavalca l’estremo difensore e si deposita lentamente in rete. GRANDE PEPPE. Due partite due goal per il giovane attaccante Quartese fortemente voluto da mister Amazzini, che dopo la rete va ad abbracciare i tifosi sotto la curva. Con il goal del vantaggio termina il primo tempo, mentre le squadre rientrano negli spogliatoi i tifosi intonano cori : VI VOGLIAMO COSI’ GIU LE MANI DAL COMUNALE.

Il secondo tempo inizia con un piglio diverso, il Mas subisce il colpo e cerca in più riprese d’innervosire il match andando a provocare i nostri che non cadono in tranelli; Orefice e Silvestro i più innervositi tra le fila avversarie. Al 55′ mister Amazzini inserisce Simone Di Fraia alias Il Nano al posto di D’Angiò, il giovanotto Quartese dimostra da subito di essere entrato in partita e senza paura entra con determinazione e convinzione su tutti i palloni, ben fatto!
Al 60′ Pezzuto è lanciato sulla sinistra, i nostri vanno in superiorità mandando in panne la difesa avversaria, viene ritardato tuttavia il passaggio a Gelotto, il quale una volta servito temporeggia e serve Rendente che da dietro spara un missile bloccato dal portiere avversario in un intervento composto.

Al 65′ è la volta dell’esperienza di Di Gennaro che subentra a Canetti il quale esce tra i plausi dei tifosi. La gara tuttavia sta andando verso una fase di stasi. Al 75′ nella mischia anche G.Rinforzi al posto di Gelotto; ed è proprio Gi.Rinforzi, alias Piumino che va vicinissimo alla rete al 78′; Di Gennaro sulla fascia destra vede il movimento di Rinforzi che gli parte alle spalle e lo manda a rete, il Piumino controlla la palla se la porta sul sinistro e a girare tenta il colpo di maestria sul secondo palo; è il difensore avversario che a portiere battuto toglie la palla dalla porta, PECCATO!

E’ questa l’ultima occasione di una gara che il Quartograd ha dimostrato di non sottovalutare e ha preparato in maniera ottimale durante la settimana, nonostante le mobilitazioni causa lotta ancora in corso per la questione del campo Comunale.

Continua la striscia di risultati positivi per i ragazzi di Mister Amazzini, in 22 gare ufficiali non è mai arrivata una sconfitta, in sostanza da quando è nata questa realtà non si è mai fatto un passo indietro.

a.s.d. Quartograd : Imbattuti, dentro e fuori dal campo.

Dichiarazione Mister Amazzini (Quartograd)

Sono molto soddisfatto della prova di maturità di tutta la squadra. Questa è una vittoria del gruppo, del collettivo, non era facile interpretare bene questa gara eppure noi ce l’abbiamo fatta. Sono stante tante le distrazioni nel corso della settimana che ci ha portato a questa partita. Ieri (ndr Sabato) abbiamo partecipato alla manifestazione per il campo comunale, oggi siamo scesi in campo con tanta concentrazione e sete di vittoria. Sono orgoglioso di far parte di questa realtà.

Continueremo a combattere come guerrieri dentro e fuori dal campo.

Spero che l’incontro di marted√¨ al Comune, sulla questione del campo comunale, metta una fine a questa fiction televisiva. Ritengo necessario che si raggiunga un accordo tra le parti, che favorisca la partecipazione e che si faccia garante del diritto allo sport per centinaia di giovani del nostro territorio, a prescindere o meno dalle proprie condizioni economiche. Le scelte vanno prese per il benessere della collettività e per la coesione sociale in un territorio molto difficile e non possiamo ridurre il tutto ad une mera trattativa economica. Mi auguro che a prevalere sia il dialogo e il buon senso.

Avanti Quartograd, in campo e fuori, fino alla vittoria.

Ufficio Stampa A.S.D. Quartograd

Condividi