Promozione. La resa dei conti: play-off e play-out ancora da decidere

Il prossimo week end scenderanno in campo le squadre del campionato di Promozione per l’ultima giornata. Si è arrivati alla resa dei conti, ma ancora sono da decidere le griglie play-off e play-out.

Girone A, lotta su tutti i fronti

Con il Villa Literno che ha vinto il campionato ed è diretto verso la storica promozione in Eccellenza. Sono retrocesse in tre, ma ancora play-off e play-out sono ancora da delineare.

Play-off: dentro o fuori all’ultimo gol

Con la sconfitta nella penultima giornata in classifica, lo Sporting Pietrelcina ha mantenuto aperto il discorso play-off che poteva essere potenzialmente chiuso. Attualmente, il Vitulazio ha un distacco di sette punti, basterebbe un pareggio per i sanniti e la sconfitta dei rosanero per trovare la finale senza passare dal primo turno. Il distacco massimo consentito è di otto punti, infatti e la formazione di Francesco Portone si trova sul filo del rasoio e non può permettersi passi falsi.

Non sarà semplice, però, per il Vitulazio, che dovrà contendersi i tre punti con la Polisportiva Puglianello. che potrebbe finire impelagato nella griglia play-out. Una sola sfida disponibile, quella dei play-out.

Il Pietrelcina, però, rischia anch’essa, ma il secondo posto. Nella prossima, ed ultima, gara dovrà vedersela contro il Cellole a 47 punti come i sanniti e pronti ad assaltare il podio d’argento. Per l’ultimo posto nella top-foive potrebbe rientrare il Ponte a 39 punti. Ma tutto dipenderà anche dai risultati degli altri contendenti. La Sessana avrà una gara molto alla portata, contro il Teano. I rossoverdi sono ormai retrocessi e non hanno altro da chiedere al campionato.

Scontro per la salvezza, in tre rischiano

Attualmente Boys Caivanese e Lusciano si dovranno contendere la permanenza in Promozione. I gialloverdi, però, sono a 35 punti come il Puglianello. La corsa per il mantenimento della categoria potrebbe trovare invischiate squadre che sembravano ormai salve. Castel Volturno a 37 punti, solo due dalla Caivanese, La Virtus Goti a 36.

Castel Volturno e Vitulano dovrebbero, sulla carta, avere gli impegni più alla portata. Il palinsesto prevede Vitulano-Castel Volturno e Boys Caivanese-Aquile Rosanero. Entrambe hanno ormai salutato la categoria da un paio di settimane. Per la Virtus Goti ci sarà il Ponte, chiamato alla corsa per l’ultimo treno dei play-off.

Promozione, il girone B da dentro o fuori

Corsa ai play-off

La zona play-off del girone irpino potrebbe regalare due finaliste e nessun primo turno. Il Solofra, seconda in classifica, è a 11 punti dalla quinta, il Gesualdo. I granata, però, dovrebbero riuscire ad archiviare la pratica senza troppi problemi, dovendo affrontare il Real San Martino Valle Caudina. Non più complicato lo scontro del Solofra, che si vedrà impegnata contro il Montoro.

Ampio distacco anche tra Cimitile e Bellizzi Irpino. Sette i punti che li separano e due scontri Il Bellizzi dovrà scendere in campo contro il Castelpoto, mentre il Cimitile contro il Carotenuto campione del girone B.

Griglia play-out quasi definita, uno scontro per chiuderla

Attualmente la corsa per la permanenza in categoria è tra Castelpoto e Polisportiva Bisaccese. Come detto, il Castelpoto sarà impegnato contro il Bellizzi irpino, mentre il San Vitaliano contro il Manocalzati già in Prima Categoria. Non ci sono chance per la Polisportiva Bisaccese a 28 punti, troppo pochi per poter sperare nel salto verso il posto del San Vitaliano.

Play-off promozione a rischio nel girone C

La questione play-off nel girone C potrebbe risolversi con il Quartograd che vola negli spareggi promozione. Il distacco tra seconda è terza è di nove punti allo stato attuale. Per questo, se il Rione Terra non accorcerà nella sua ultima occasione non potrà provare lo storico salto. Si risolverà tutto con l’ultima giornata. La missione per i flegrei potrebbe essere semplice dovendo affrontare la retrocessa Casoria.

Per l’Oratorio Don Guanella sfida al vertice contro il Quartograd, che potrebbe rivelarsi davvero ostico nonostante i grandi risultati degli azzurri in questa stagione e una promozione ormai sfumata per gli uomini di Longobardi. Per la corsa alla permanenza uniche coinvolte la Virtus Afragola Soccer e la Puteolana 1909.

Girone D come il girone C, occhio all’Agerola

Corsa alla promozione a rischio

Come per il girone C, anche nel girone D c’è un alto rischio per la disputa dei play-off. Infatti la seconda, il Givova Capri Anacapri è a più nove dalla terza, il Santa Maria la Carità. Al quarto posto il Cercola, con il San Vito Positano alle calcagna. Sono a pari punti le due formazioni, ma tra le due, quella più avvantaggiata sulla prossima gara è proprio la formazione partenopea.

I costieri dovranno essere ospiti del Micri, che non ha nulla da chiedere al campionato, mentre il Cercola dovrà vedersela contro il Gragnano, che ha già salutato la categoria. Anche la sfida del Capri, contro la Viribus Unitis, e quella del Santa Maria, contro il Victoria Marra, non dovrebbero creare grandi problemi. Il che potrebbe portare direttamente alla chiusura di ogni velleità delle inseguitrici degli isolani.

Per la salvezza occhio all’Agerola

I rossoneri dell’Agerola sono a rischio nonostante si sia salvata per la propria sfida play-out. Un punto a distacco tra l’Agerola, l’Atletico Pagani e il San Sebastiano. Quest’ultimo potrebbe tirare un colpo gobbo all’Agerola, visto che dovranno scontrarsi nell’ultima giornata di campionato. Semplice, invece, la gara dell’Atletico Pagani, che dovranno affrontare il retrocesso Striano.

Promozione e retrocessione, tutto aperto nel girone E

Temeraria fuori dalla corsa, ma tutto da decidere

Il Temeraria San Mango è l’unico club a non partecipare alla corsa play-off. Troppo distacco tra il Centro Storico Salerno e la squadra nerazzurra. Chi, però, sarà in finale tra la squadra granata di Salerno e quelli di Sarno c’è parità di punti e l’ultima gara potrebbe non dare difficoltà a nessuno. La formazione sarnese è attesa dal Giffoni Sei Casali, fresco vincitore del campionato. Il Centro Storico, invece, dovrà ospitare la Rocchese.

Nella corsa al secondo posto, quindi all’arrivo nella finale di girone, potrebbe rientrare anche la Pro Sangiorgese, a tre lunghezze di distacco dalle altre due. Gara complicata, comunque, per la Sangiorgese che sarà ospite del Real Palomonte, che vuole correre a salvarsi.

Giochi aperti anche per la salvezza

Niente di deciso neanche per la salvezza. La Rocchese è al penultimo posto, ma al tempo stesso anche a 23 punti come l’Herajon, che potrebbe finire nella zona retrocessione diretta. Palla al centro e punti da conquistare per entrambe le formazioni gialloverdi. In particolare l’Herajon che sfiderà il Poseidon per tenersi una chance di salvezza. Già, perchè, nonostante i 23 punti, il distacco dal Nocera Superiore è molto alto.

Undici punti e tre squadre a 34 punti che potrebbero rischiare. C’è il Nocera, impegnato contro la Sanseverinese che potrebbe tirare un brutto scherzo alle altre. Per sperare di non restare invischiate è obbligatorio sperare nella sconfitta dell’Herajon, della Rocchese e soprattutto del Nocera. Prima di tutto, però, nella propria vittoria. La Coppia definita, al momento sembra quella tra Ebolitana e Real Palomonte. I primi a 24 punti, ad alto rischio soprasso, quindi. I secondi a 30, in posizione più tranquilla.