Promossi & Rimandati. Finalmente Giugliano, che Savoia, Nola e Puteolana serve una scossa

Il giorno dopo la quarta giornata di campionato di Serie D, torna  la nostra rubrica “Promossi & Rimandati” dedicata alle squadre campane impegnate nel massimo campionato dilettantistico nazionale. Ogni settimana daremo il giudizio, a mente fredda, sui club della nostra regione.

PROMOSSI

Sorrento: Giocare in trasferta non è mai facile, poi se la trasferta è sul campo del quotato Taranto, allora la missione può risultare più ostica di quello che poteva sembrare. La squadra di Fusco, però, dopo una mezz’ora di sofferenza riesce a mettere la testa fuori dal sacco e nella ripresa conquista i tre punti grazie a Cacace su punizione e Liccardi, nel mezzo il pari momentaneo di Matute. Un successo che proietta i rossoneri al primo posto in classifica, in compagnia della corazzata Casarano.

Savoia: Aronica soprende tutti, schierando un 4-3-1-2, al posto del dogmatico 3-5-2, con Fornito trequartista. L’ex Napoli si conferma tra le garanzie di questa rinnovata compagine oplontina, sbloccando la gara, mentre a chiuderla ci pensa capitan Pozziello. Un match ben interpretato dai calciatori del Savoia, che non hanno concesso spazi agli avversari dell’Afragolese, meritando la vittoria nel derby del girone I, che gli consente di piazzarsi al secondo posto in compagnia del Latina a quota 9 punti, appena un punto dietro alla testa della classifica condivisa da Monterosi e Formia.

Portici: Prima vittoria stagionale. La squadra di Panico sa soffrire e vincere. Il doppio vantaggio di Maione diventa effimero davanti a Simonetti che risponde colpo su colpo, ma Nappo la chiude definitivamente su calcio piazzato. Un successo vitale per i biancoblù in chiave salvezza, che arriva al termine di un derby con il Real Agro Aversa indirizzato, per lo più, verso un punto a testa.

Giugliano: Finalmente i tigrotti. Dopo tre sconfitte consecutive con 13 reti subite (la peggior difesa del girone G, ndr) i gialloblù possono esultare per una vittoria. Il caos generato ad inizio settimana per la questione senatori, prima mandati via e poi richiamati, il conseguenziale esonero di Carannante e il ritorno di Agovino è servito per dare una scossa all’ambiente. La vittoria contro il Vis Artena, con rete di Caso Naturale, potrebbe costituire l’inizio di un nuovo campionato per il Giugliano.

Polisportiva Santa Maria: Un buon pari per la neopromossa compagine cilentana che arriva contro l’FC Messina, squadra tra le veterane della categoria e che lotta per un campionato da vertice. Non era facile per gli uomini di Esposito, nonostante il favore di giocare in casa al Carrano. Un punto essenziale per i giallorossi del Cilento, che mettono un altro tassello sulla strada della salvezza.

RIMANDATI

Afragolese: Regalare un tempo al Savoia allo stadio Giraud ha condizionato non poco la squadra rossoblù, che nella ripresa ha sicuramente interpretato diversamente la gara. Lo svantaggio prima nel tabellino e poi numerico ha pesato e non poco, visto che poi in inferiorità numerica è arrivato il doppio passivo. Di certo Masecchia aveva messo in cantiere una battuta d’arresto della propria squadra, il tecnico nella prossima gara ripartirà dal secondo tempo giocato a Torre Annunziata, di questo ne possiamo essere certi.

Nola 1925: Un’agonia quella dei bruniani, ancora a quota zero punti dopo la terza sconfitta stagionale e il punto sottratto dal giudice sportivo che ha annullato, difatti, il pareggio con l’Arzachena. Le tre reti subite in casa contro il Muravera, alla quarta giornata di campionato, dovrebbero far accendere un campanello di allarme in casa bianconera. Forse c’è qualcosa da sistemare o da cambiare per invertire il trend.

Puteolana 1902: Illusoria la vittoria all’esordio contro il Città di Fasano. Da allora tre sconfitte consecutive contro Gravina, Taranto e ultima contro il Nardò. I flegrei perdono lo scontro diretto per la salvezza con i salentini, che conquistano i primi tre punti della stagione. Probabilmente, se il rigore di Cavaliere all’11esimo fosse entrato, magari ci sarebbe stato un altro epilogo per i diavoli, ma non possiamo averne certezza.

Gelbison: Una rete quella di Savasta condanna i cilentani alla sconfitta contro il Troina. Non è bastata una buona prova per la squadra di Ferazzoli, per evitare il secondo KO stagionale. Nonstante tutto è una sconfitta che ci può anche stare, in trasferta in terra siciliana, ma alla quale bisogna reagire con immediatezza già dal prossimo impegno contro il Città di Sant’Agata.

Real Agro Aversa: Una sconfitta nel derby contro il Portici che fa male, specialmente perchè  la squadra di Di Stefano avrebbe sicuramente meritato qualcosina in più, ma la ragione sta sempre dalla parte di chi butta dentro una palla in più rispetto agli altri.

LE ALTRE

Il pareggio in trasferta della Nocerina, in casa del Lanusei non è entrato tra i promossi o i rimandati, ci sarà tempo di trattare nuovamente anche i molossi. Avremmo voluto parlare anche delle gare di Gladiator e Matese, ma il Covid-19 non ha permesso alle due squadre casertana di poter giocare la quarta giornata del campionato di serie D.