Playoff Nazionali verso la B: lo Sparta espugna Ruvo e vola in finale

Lo Sparta Pomigliano vola alla finalissima contro il Sant’Isidoro Bagheria per conquistare la serie B. I guerrieri del futsal espugnano il PalaColombo di Ruvo di Puglia battendo 3 a 2 la formazione locale del San Rocco Ruvo C5. Il palazzetto pugliese è palcoscenico da fare invidia a molti, sul parquet tirato a lucido va in scena l’ultima gara del triangolare G delle semifinali nazionali playoff, i pomiglianesi possono godere di 2 risultati su 3, in virtù del 9 a 0 rifilato allo Shaolin Potenza nella 2a giornata. La prima frazione è una partita a scacchi, nonostante mister Oliva sia privo di un’altra importante pedina quale Brillante (appiedato fino al termine dal Giudice Sportivo n.d.r.), i pomiglianesi contengono e ripartono ottimamente, sfiorando anche il vantaggio. Ma la prima frazione si chiude a reti inviolate, con una tensione agonistica che si taglia a fette, nonostante ciò il clima è da grande giornata di sport, fatta di lealtà sportiva e ospitalità.

La ripresa vede i pugliesi di mister Tedone spingere sull’acceleratore, doverosi di conquistare la vittoria per puntare alla finale. A rompere il ghiaccio ci pensa Forini, che porta in vantaggio il San Rocco Ruvo al 14′. Ma il punteruolo che scardina le difese è nelle mani di mister Oliva, è il sinistro al fulmicotone di Mario Esposito a rimettere in pari dopo poco più di un minuto: 1 a 1 e tutto da rifare. A metà della frazione arriva la mannaia del duo arbitrale, che dopo aver mietuto gialli a destra e a manca, estrae il rosso a Dell’Olio del San Rocco. Ai guerrieri del futsal è bastato un tempo per prendere le misure a campo e avversario, cos√¨ a vestire i panni del pilota arrembante è Emanuele Volonnino, il laterale mette la freccia e sorpassa: 2 a 1 dello Sparta Pomigliano. I pugliesi non ci stanno e si portano in avanti, al 55′ è Rutigliani a impattare: 2 a 2 che fa esplodere il PalaColombo. Mister Tedone si gioca il tutto per tutto con i biancorossi locali che avanzano alla ricerca del goal qualificazione. La rete decisiva arriva per gli altri biancorossi (oggi in casacca nera per richiesta dei pugliesi n.d.r.), è infatti Stiano a ripartire e servire Visconti un attimo prima che venisse fermato fallosamente, l’azione prosegue e Cocò sfodera il destro decisivo: 3 a 2 dello Sparta. E’ l’ultima rete dell’incontro, dopo poco il duo dei sigg. fischia il termine della sfida. Lo Sparta è in finale.

Al fischio arrivano le urla di gioia dei ragazzi che si abbracciano in circolo, mentre sgorgano le lacrime del presidente Stefano Righetti, che si libera dello stress di questi giorni. Mister Fabio Oliva è soddisfatto: Gara incredibile, credo che i ragazzi si stiano superando, andando oltre le loro capacità. Tutti, me in primis, crediamo nella promozione. Se giochiamo come oggi ce la guadagneremo, con partite quasi perfette. Il Ruvo ci ha reso la vita difficile, un avversario ostico contro il quale la nostra fame ha avuto la meglio”. Solleticato sull’addio definitivo dell’ex team manager Paolo Addeo: “Sono discorsi che ad oggi non mi interessano. Non posso pensarci mentre devo organizzare la settimana che precede una finale. Io sono sereno, lo sono anche i ragazzi. Ne parleremo tra 15 giorni, spero con la conquista della B”.

Lo Sparta è ormai in finale, dove incontrerà i siciliani del Sant’Isidoro Bagheria. La gara d’andata è prevista per sabato 8 giugno alle 16:30 al PalaSport di Pomigliano, il ritorno in Sicilia il 15 giugno. Centroventiminuti verso un sogno chiamato B, un doppio incontro che potrebbe aprire ad un’altra squadra campana le porte della serie cadetta.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *