Parthenope. Arriva la matematica: è Serie B

La Parthenope Futsal è promossa in serie B. Dopo un campionato condotto in vetta dall’inizio alla fine, e nel mezzo una fase regionale di Coppa Italia in bacheca e la partecipazione orgogliosa allo step interregionale, arriva il traguardo del palcoscenico nazionale venturo per il club del presidente Graziano Piccolo. Bastava un punto con un turno ancora da disputare ed è giunto perentorio: 4-4 l’esito della sfida del PalaTrincone contro il Quarto. Cadetteria che è realtà con 63 punti conquistati finora, frutto di 20 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte, con 149 reti realizzati ed unicamente 51 subite che ne fanno ampiamente la difesa meno battuta della competizione. Dopo le festività pasquali la possibilità di salutare al meglio il pubblico amico nell’incontro finale di regular season di sabato 6 aprile al Centro Sportivo Cercola, di fronte il Borgo Five.

Calciano da un lato Sacco e dall’altro Piccolo per le prime emozioni del match, occasione per Candice su cui salva Maggio. Ci prova Rocha ma è su una punizione di Sabino che si sblocca il punteggio: 0-1. Cioce fa buona guardia su Ferrante e Chianese, dal canto suo, replica sull’ex Casagiove. Il triangolo tra Sacco, Trincone e Ferrante vale il pari. I flegrei la ribaltano con Sacco che sfrutta un’azione convulsa per il 2 a 1, che è anche il parziale dell’intervallo.

Nella ripresa Oranges impegna l’estremo difensore, doppio tentativo di Piccolo. Lo stesso Chianese superlativo da due passi su Sabino. Traversa di Trincone dalla distanza, sull’altro fronte insidiosi Maggio e Pipolo ed è quest’ultimo a buttarla dentro dopo una serie di batti e ribatti: 2-2. Il 2-3 porta la firma di Antonio Piccolo a conclusione di una splendida triangolazione. Poi su un’iniziativa locale di Cacace, Cioce si scontra con un avversario: gli arbitri non ravvedono scorrettezze, nel frattempo la palla entra in porta per il 3-3. La truppa di Oranges si diverte e nuovamente Pipolo chiude al meglio un triangolo perfettamente orchestrato: 3-4. Beffa sì, ma dolcissima, negli ultimi istanti. Segna Marfella il 4-4, punteggio finale che dà il via libera alla gioia della Parthenope.

SALA STAMPA –  “Siamo emozionatissimi – le parole del numero uno del club, – non ci aspettavamo questo percorso che è stato duro, complicato e leale con gioie e dolori. L’abbiamo portata a casa, dimostrando che la programmazione è alla base dello sport. Ci affacciamo ad una nuova avventura con le stesse ambizioni. Testa all’ultima, vogliamo regalare l’ennesima gioia ai tifosi”.

“Abbiamo voluto ed ottenuto questo trionfo – dice mister Ivan Oranges, – sofferto e combattuto con un gruppo di grandissimi giocatori. Abbiamo centrato due su tre degli obiettivi stagionali. Personalmente sono contento di aver disputato il regionale e di tornare nel nazionale: ho condiviso quest’anno con tanti amici, qualcuno nuovo ed altri che conosco da sempre. Indubbiamente sono maggiormente felice per la società che è ambiziosa, è la Parthenope che conta”.

Foto: Sollo