Ortese. Vozza: “Qui senza alcuno sponsor, questa è la mia seconda famiglia”

Una campagna acquisti perfetta per il direttore sportivo Alessandro Vozza abile sempre nel mantenere i giusti equilibri all’interno di un gruppo giovane ed affamato di gran calcio. C’era da ricompattare un ambiente per lui nuovo scottato dal triste epilogo dello scorso campionato. La prima scelta del presidente Aletta lo ha fin da subito ripagato con tanto lavoro sul campo, fiducia piena nella risposta da parte di tutti i ragazzi. Ama rispondere con tanto lavoro sul campo grazie alla professionalità innata. Con merito occupa ora il ruolo di ds all’interno della famiglia atellana:In silenzio abbiamo costruito la squadra. Non ho portato nessuno sponsor per venire ad Orta. Dal presidente Aletta posso imparare tante cose. L’anno scorso ho cercato di fare egregie nel mio paese a Vitulazio e tutti sanno che ci sono riuscito. Quest’anno grande sfida. Per me l’Ortese è la mia seconda famiglia, ci sono ragazzi splendidi. Rinnoviamo l’appello ai tifosi. L’ingresso è gratuito, abbiamo il derby. Il campionato è lungo , potrebbe dire tanto sabato una vittoria dell’Ortese.. Non temo nessuno degli avversari. La mia squadra può vincere contro chiunque. Domenica abbiamo combattuto su un campo difficilissimo fino all’ultimo secondo vincendo con cuore e tanta determinazione.A San Castrese una vittoria da sei punti!Siamo concentratissimi per il derby . A tutti gli sportivi dico di venire il campo a godersi lo spettacolo. Un augurio di cuore all’amico Peppe Panico. Lavoriamo nel calcio e meritiamo di farlo. Il presidente mi ha dato la possibilità senza alcuno sponsor

MARIO FANTACCIONE

 

Condividi