Napoli-Cavani: l’ora X è arrivata!

Marted√¨ 2 Luglio. Segnatevi bene questa data. Dopo oltre un mese di polemiche e frecciatine a distanza potrebbe presto venire al pettine il nodo più intricato della storia recente azzurra: il futuro di Edinson Cavani.

Le mosse di De Laurentiis hanno sortito i loro effetti: smuovere le acque. Ad inizio settimana arriverà a Napoli uno dei due agenti del Matador, Triulzi, da sempre considerato l’uomo delle firme. Il suo viaggio dall’Argentina all’Italia non sarà dunque un semplice pour parler: sia il Napoli che l’entourage di Cavani vogliono vederci chiaro e definire al più presto una questione che, per i tempi in cui si è protratta, ha stancato e deluso piazza e tifosi.

Cavani, dopo tre anni scanditi a suon di gol, vuole approdare in un top club per provare a vincere tutto. Un giocatore dalle ambizioni forti, le stesse però palesate dal Napoli che, per il dopo Mazzarri, ha deciso di puntare su un tecnico vincente, di livello internazionale, quale Rafa Benitez. Una garanzia, in tal senso, per il Matador, ma potrebbe non bastare. E allora giù con il discorso legato ai sogni da bambino, alla camiseta blanca, al fascino di Mou e Pellegrini. Spifferi, bisbiglii, spesso indiretti, giunti dai suoi familiari, non per bocca del bomber di Salto che, da persona intelligente, ha spesso corretto il tiro, provando a prendere tempo. Quel tempo però si sta lentamente esaurendo e, a pochi giorni dall’ora X, proviamo a sviscerare tutti i possibili scenari.

Cavani parte ‚Äì Dopo aver perso Lavezzi, salutato Mazzarri, sarebbe l’ennesimo colpo al cuore di una piazza che sogna la definitiva consacrazione. Nel calcio di oggi però le bandiere non esistono più e, a fronte dei tanti milioni già guadagnati, quando un giocatore ha deciso di chiudere una parentesi, c’è poco da fare. Real, Chelsea, City, Psg e chi più ne ha più ne metta sono tutte l√¨ in fila, però nessuna vuole dar credito all’intera somma della clausola. 63 milioni sono tanti, neppure Neymar è costato cos√¨ tanto al Bar√ßa, ma rappresentato l’unica garanzia per il Napoli di digerire a suon di quattrini un’altra partenza eccellente. C’è chi paventa l’ipotesi di un inserimento di una contropartita tecnica per abbassare la soglia della clausola, una strada questa però difficile da praticare perch√©, tra i giocatori sin qui proposti, in pochi hanno solleticato le fantasie del club azzurro. L’idea allora è quella di applicare un piccolo sconto: dai 63 milioni iniziali ai 57-58. Forse questa la richiesta che sarà formulata da Triulzi alla quale però De Laurentiis potrebbe anche rispondere picche.

Cavani resta ‚Äì Due parole per rilanciare l’entusiasmo. Se De Laurentiis dovesse tenere alta la guardia è anche possibile che si realizzi lo scenario più lieto per i tifosi: Cavani a Napoli ancora per un altro anno. Quello della consacrazione, magari del tricolore. Ovviamente, con tanto di ulteriore rinnovo, a cifre rivisitate verso l’alto. √à il gioco delle parti, d’altronde: niente soldi per l’intera clausola? Allora resto, ma con il ritocco. Ricompare magicamente il sorriso sul volto, rinfrancato dall’ennesima cascata di milioni. Perch√© le bandiere non esistono più (forse solo Hamsik può rappresentare l’eccezione, ndr) o quantomeno Cavani non ne sarà mai, fino in fondo, quella del Napoli. Vero, Edi?

Condividi