Napoli, Benitez: “Scudetto? Ci proviamo”. Insigne: “Sogno il mondiale”

La passione azzurra va in scena al teatro. Benitez ed Insigne abbracciano i tifosi in Trentino sul palco del teatro di Folgarida. Il tecnico e l’attaccante napoletano hanno incontrato parte dei numerosi sostenitori giunti in Val di Sole e si sono offerti a curiosità e domande. Tifosi che diventano giornalisti per un sera tra allegria, calore, divertimeno e soprattutto entusiasmo.

Queste le parole dei protagonisti:

Benitez: “Ho detto anche sul mio sito che ho trovato grande affetto dai tifosi del Napoli. C’è un gruppo di grandi professionisti che stanno lavorando con entusiasmo e impegno. Sono davvero molto contento di essere l’allenatore del Napoli”.

Insigne: Da napoletano sono ancora più contento quando vedo tutto questo calore. Mi sento uno dei tifosi e sento forte l’emozione di questa maglia sin dal ritiro.

Benitez: “Abbiamo una rosa forte che si rafforzerà ancora. Vogliamo giocatori di qualità e siamo certi di essere competitivi. Cambiare modulo non è facile. La squadra ha fatto grandi cose negli scorsi anni ma noi vogliamo andare ancora più avanti. Le due squadre che hanno disputato la finale di Champions giocavano con il 4-2-3-1. Noi vogliamo adottare lo stesso modulo e lavorando credo che possiamo farlo bene. Ma l’idea del modulo è anche quella di poterlo cambiare e trovare alternative per essere pronti a tutto”.

Insigne: L’Europeo giocato con l’Under 21 mi ha fatto ancora più maturare e mi sento ancora più pronto per il campionato.

Benitez: Tutti mi chiedono di vincere lo scudetto, non sarà facile ma ci proveremo. Si vince il primo mese o al secondo mese, si vince alla fine. E noi vogliamo arrivare col tempo ad essere in grado di vincere. Ora non bisogna parlare, dobbiamo solo lavorare. Dobbiamo essere convinti ed avere fiducia nei nostri mezzi. Solo con la fiducia si può vincere

Una squadra che vince deve avere di tutto. La squadra che ho trovato ha grande carattere e mentalità, se alla grinta e alle ripartenze veloci riusciamo ad aggiungere anche il possesso palla e la gestione del gioco, possiamo ancora migliorare. La rosa deve essere più folta e ricca per affrontare 2 partite a settimana. La stagione sarà intensa e ci vorrà la forza di tutti.
Insigne: In attacco c’è grande concorrenza positiva. Abbiamo vari giocatori per ruolo ma ci aiutiamo tutti per dare il massimo. La nostra forza è l’unione del gruppo e poi in questa stagione avremo tutti la possibilità di giocare tra Champions e campionato

Benitez: Quando ho avuto il primo contatto con il Napoli ho subito provato una sensazione speciale. E quando ho parlato con De Laurentiis, Bigon, Chiavelli ho capito che era la scelta giusta. C’è una Società forte, che cresce e che vuole arrivare lontano anche a livello internazionale. Per me è una sfida ed una avventura affascinante. Poi conosco la storia della città e so come si vive il calcio qui. Tutti questi elementi mi hanno dato grande gioia e motivazione.

Cambierà il ruolo di Hamsik?

Benitez: “Io credo che Hamsik debba giocare dietro le punte. Per me può fare ancora più gol dell’anno scorso. Gli ho detto che può arrivare anche a 15 reti”.

Insigne e le sue ambizioni…

Il mio sogno è quello di vincere col Napoli ed andare ai Mondiali con l’Italia

Ancora sulla rosa…

Benitez: “Abbiamo un centrocampo di quantità e qualità e sono soddisfatto. Poi abbiamo preso anche Albiol che può fare sia difensore che centrocampista. Stiamo cercando una punta o anche due per avere un riferimento importanta davanti”.

Poi un messaggio ad Insigne…

“Lorenzo ha grande qualità. Per me sarà un giocatore importante per il Napoli e può ancora segnare più gol in questa stagione”

Insigne: “Gioco nella mia squadra del cuore e sono contento della stima del mister. Sono felice e spero di ripagare la fiducia”.

Benitez: In attacco abbiamo anche Pandev che secondo me è ancora più forte di quando l’ho trovato all’Inter. E’ un elemento prezioso anche per l’ultimo passaggio. A oggi ci sono in rosa 5 attaccanti che sono molto forti

Infine la scelta di cuore del tecnico spagnolo…

“Avevo tante richieste ma ho voluto Napoli. La Società ha parlato tanto con me di e mi piace tantissimo tutto di questo ambiente e della città. Sono felice di essere qua”

fonte: sscnapoli.it

Condividi