MotoGp. Road to Valencia, Valentino: ”Spero di correre alla pari”

“Sto ancora aspettando di sentire la decisione del Tas ma spero di poter fare un Gran Premio normale dove battagliare e lottare per il titolo, a pari condizioni, con Jorge”. E’ questo l’auspicio di Valentino Rossi in vista di Gran premio di Valencia che chiudera’ la stagione 2015. Il Dottore, a caccia del decimo titolo iridato della carriera – l’ottavo nella classe regina – ha 7 punti di vantaggio su Lorenzo ma dovra’ partire dall’ultimo posto sulla griglia di partenza per quanto accaduto a Sepang con Marquez. A meno che il Tribunale di Losanna non accolga il suo ricorso e sospenda la sanzione. “Sara’ un weekend molto intenso e anche molto importante – aggiunge Rossi – Voglio solo pensare a quello che succedera’ in pista. Il mio obiettivo e’ lavorare al meglio delle mie capacita’ assieme alla squadra e ottenere il massimo da ogni sessione per presentarmi alla gara di domenica con tutto quello di cui ho bisogno per esprimermi al meglio. A Valencia ci saranno tanti tifosi e sono felice di questo.
Provero’ a fare del mio meglio in pista”. Rossi non vince a Valencia dal 2004: da allora due secondi posti (2009 e 2014) e tre terzi (2005, 2008 e 2010). Jorge Lorenzo, invece, non vuole tornare sulle polemiche di Sepang. “Ho sempre sentito il calore dei tifosi e sono sicuro che a Valencia ci godremo un grande spettacolo. Daro’ tutto in pista per conquistare il titolo.
Siamo arrivati a Valencia dopo una stagione molto intensa ed eccitante – le parole del maiorchino – In Malesia abbiamo ottenuto un buon risultato e abbiamo recuperato altri punti in classifica ma voglio sorvolare su tutto quello che e’ successo li’ e rimanere concentrato sul circuito di Cheste, dove c’e’ tanto in ballo. Spero che i tifosi ci appoggino e di fare una bella gara. Quest’anno ho gia’ vinto negli altri tre appuntamenti in Spagna e fare bene a Valencia sarebbe fantastico”. A Valencia Lorenzo ha vinto due volte, nel 2010 e nel 2013, mentre nel 2009 ha chiuso al terzo posto. (AGI) .

 

 

Condividi