L’uomo del momento, Kavin Giorgio: “Ad Angri mi sento importante”

Kavin Giorgio ieri ha siglato una doppietta nella vittoria dell’Angri sul campo della Polisportiva Santa Maria. L’attaccante classe 98’ è stato corteggiato da altri club ma sia la società che l’allenatore lo ritengono un punto fermo della rosa grigiorossa. In esclusiva ai nostri microfoni abbiamo fatto qualche domanda  a Giorgio.

Sei un po’ l’uomo del momento. 2 gol che sono serviti a ribaltare la gara contro il Santa Maria, quanto è stato importante per voi tornare alla vittoria?

Si sono felice per aver dato una mano importante in questo momento alla squadra era importantissimo fare un risultato positivo perchè poi si rischia di metterci in una posizione dove poi diventa difficile uscirne fuori”.

Il mister in conferenza ha detto che in settimana non eri convinto di rimanere, poi dopo diverse chiacchierate con lui hai deciso di restare. In particolar modo cosa ti ha convinto?

Ho ricevuto qualche chiamata da altre società e per motivi di minutaggio ho chiarito la mia posizione con la società ma anche con il mister che mi ha subito rassicurato dicendomi di essere importante per lui e per la squadra e che avrei trovato spazio sicuramente”.

Uno dei tuoi compagni dj reparto è Fabio Longo, bomber storico della Serie D. Quanto è importante per te lavorare quotidianamente con lui?

Lavorare con Fabio è uno stimolo in più per me perchè ti trasmette tante cose e ti aiuta a migliorare tanto”.

La società dell’Angri ha dichiarato più volte che l’obiettivo stagionale è una salvezza senza passare per i playout, tu invece ti sei posto qualche obiettivo personale?

“L’obiettivo mio personale che mi sono prefissato ad inizio anno è quello di arrivare in doppia cifra ma prima dell’obiettivo personale c’è da raggiungere quello di squadra ovvero la salvezza diretta”.