Lollo Caffè Napoli C5. E’ ancora ko contro il Kaos, De Andrade: ”Loro più lucidi”

Proprio non riesce a sbloccarsi la Lollo Caffè Napoli. Prosegue l’astinenza degli azzurri, che a Cercola subiscono l’ennesima sconfitta casalinga ad opera del Kaos Futsal. Subito sotto gli azzurri che provano a rientrare in partita per tre volte ma vengono sempre puniti dal cinismo degli ospiti. Un autogol di Espindola e le reti di Javi Rodriguez e Bolo nel tabellino partenopeo.

Primo tempo Senza Massafra, Rizzo, Vega, Fornari e Galletto e dunque con le rotazioni ridotte all’osso, gli azzurri trovano un avvio di gara piuttosto incoraggiante. Ci vogliono due interventi del portiere ospite Putano per abbassare la saracinesca sulle conclusioni di Bico e De Bail. La prima occasione del Kaos è firmata Kaka: il pivot aggancia e calcia verso la porta difesa da Bellobuono, ma il portiere napoletano, preferito nuovamente a Tatonetti, è attento. Al 5′ però l’estremo difensore della Lollo Caffè deve alzare bandiera bianca sulla punizione capolavoro di Pedotti che s’insacca proprio nel sette. Il gol fa vacillare il Napoli che cade ancora al 9′: azione che si sviluppa sull’out di destra, Bellobuono esce a chiudere lo specchio su Turmena, trova il supporto della difesa ma la palla passa comunque e per Espindola è un gioco da ragazzi metterla dentro a porta vuota. Un minuto dopo, con un pizzico di fortuna, gli azzurri si rimettono in corsa: angolo affilato di Javi Rodriguez con Espindola che stavolta sceglie il bersaglio sbagliato nel tentativo di anticipare Bico e porta il parziale sul 1-2. Tre minuti dopo però il Kaos allarga nuovamente lo strappo e si porta sul 1-3. E’ ancora Pedotti a trovare la strada del gol, da distanza defilata, con Bellobuono stavolta troppo morbido nell’opposizione. La reazione del Napoli non è omogenea, ci prova Pedrito con una giocata personale ma sulla ripartenza gli azzurri rischiano ancora di capitolare, con Duio che viene fermato dal palo. Sul tramonto della prima frazione il Napoli va ancora vicino alla seconda rete ma la correzione di De Bail sulla punizione di Bico non trova il bersaglio grosso.

Secondo tempo La strigliata negli spogliatoi sembra restituire un Napoli più compatto. La prima occasione capita sui piedi di Bertoni che prima colpisce il palo con Putano battuto. Il Kaos non ha fretta di chiuderla, aspetta sornione e si affida alle ripartenze col Napoli che fa girare la palla ma non ha la brillantezza per trovare il varco giusto. Al 10′ ecco uno spiraglio, è Bico a trovarlo ma la palla sbatte sul palo dopo una deviazione. Dal calcio d’angolo successivo nasce il gol del 2-3. Lo trova Javi Rodriguez nel traffico della difesa ospite, stavolta poco attenta. Il gol ridesta gli azzurri che gioca un paio di minuti ad alta intensità, costringendo il Kaos anche alle maniere forti. Bellobuono sventa una ripartenza ospite in uno contro uno ma al 13′ non può nulla sulla combinazione letale firmata dal duo Espindola-Pedotti. Gli azzurri sono scoperti e per il capitano ferrarese è il gol della tripletta personale che spegne nuovamente l’ardore napoletano. A 5 minuti dalla fine la panchina azzurra rompe gli indugi e Bico indossa la maglia del quinto di movimento. La gestione del possesso non è particolarmente fluida ma i codici difensivi di Capurso saltano lo stesso. Javi Rodriguez, praticamente da zero metri, non trova l’angolo di calcio e colpisce il palo. Il Kaos va vicino al game over con Kaka, ma il montante stavolta sorride agli azzurri. Cambio di campo e gli azzurri vanno ancora ad un millimetro dal riaprirla: Javi Rodriguez sceglie la soluzione altruista e serve De Bail che calcia a botta sicura ma trova l’estirada di un avversario che salva il risultato. Con gli azzurri completamente a trazione anteriore, il Kaka trova il gol che chiude virtualmente il match a tre minuti dalla fine. L’ultimo sussulto lo firma Bolo, al terzo gol di fila in altrettante presenze, con una gran botta dal cuore dell’area. Quasi sulla sirena, poi, arriva la doppietta di Kaka che si invola tutto solo verso la porta napoletana e chiude i conti sul 3-6. Il Palazzetto dello Sport di Cercola rimane terra di conquista con gli azzurri che neppure stavolta trovano la scossa. Prossimo impegno in casa del Pescara campione d’Italia e qualificato alle Final Four di Uefa Futsal Cup.

SALA STAMPA Non siamo stati in grado di gestire i momenti importanti della partita ‚Äì commenta il tecnico azzurro Mauricio De Andrade, subentrato ad Ivan Oranges in settimana ‚Äì mentre il Kaos ha avuto la lucidità per chiudere la partita ogni volta che cercavamo di riaprirla. Ovviamente, a parziale giustificazione, c’è il fatto che anche oggi eravamo rimaneggiati e alcuni giocatori non erano al massimo della forma. La squadra non deve mollare perch√© ha la qualità e il carattere per venire fuori da questo momento difficile, ma serve fiducia e un risultato positivo per risalire dal fondo della classifica.

TABELLINO DI GARA

LOLLO CAFFE’ NAPOLI-KAOS FUTSAL 3-6 (1-3 p.t.)
LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Bellobuono, De Bail, Bico, Bolo, Javi Rodriguez, Bertoni, Virenti, Botta, Canneva, Pedro Toro, Molaro, Tatonetti. All. De Andrade

KAOS FUTSAL: Putano, Vinicius, Pedotti, Duio, Kakà, Mateus, Titon, Espindola, Halimi, Guilherme, Turmena, Luan. All. Capurso

MARCATORI: 5’18” p.t. Pedotti (K), 8’37” Espindola (K), 9’22” aut. Espindola (K), 12’20” Pedotti (K), 9’58” s.t. Javi Rodriguez (N), 13’53” Pedotti (K), 17’54” Kakà (K), 18’32” Bolo (N), 19’57” Kakà (K)

AMMONITI: De Bail (N), Pedotti (K), Halimi (K), Javi Rodriguez (N)

ARBITRI: Alessandro Merenda (Reggio Calabria), Rocco Morabito (Vercelli), Salvatore Minichini (Ercolano)CRONO: Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia)

UFFICIO STAMPA LOLLO CAFFE’ NAPOLI

clicca qui per il video di presentazione della campagna di comunicazione

Condividi