Juventus-Napoli. Sintesi e pagelle “brillanti” del big match: che culo!

Il Punto Brillante è una pagina curata da Giuseppe Brillante, autodefinitosi innamorato pazzo del Napoli, si diletta principalmente di calcio, ma non solo. Ironico e mai volgare, ma anche un grande statistico, che ha quanto pare non ha digerito il ko di Torino.

Ecco il riassunto brillante di Juventus-Napoli!

Hanno vinto loro.

Anzi, hanno stravinto loro.

L’ha vinta Allegri che inserendo Alex Sandro per Dybala ha dimostrato di non volersi accontentare del pareggio.

L’ha vinta Zaza con quell’eurogol. Senza il tocco di Albiol sarebbe andata all’incrocio dei pali.

L’ha stravinta Zaza, primo giocatore al mondo a non beccare le due giornate di squalifica dopo il rosso diretto contro il Genoa.

L’ha vinta il pubblico juventino che dopo il triplice fischio si è scatenato … sui social per far sentire il proprio sostegno ai giocatori.

L’ha persa il pubblico napoletano che in migliaia è andato ad accogliere i perdebti a Capodichino anzich√© condividere dei post su facebook che avrebbero fatto il giro del mondo.

L’ha vinta Rizzoli che si è infortunato.

L’ha vinta Orsato che nel primo tempo ha fischiato tutto a favore del Napoli, che giustamente non ha ammonito Morata, che giustamente non ha fischiato nessun fallo ad Higuain ed Allan. E Alex Sandro sul gol non si appoggia con le mani su Callejon mentre salta. Ma quel fallo in tv nemmeno l’ombra.

L’ha vinta Bonucci che da infortunato ha salvato quel gol in rovesciata.

L’ha vinta il siringaio della Juve che ha raddoppiato il volume dei muscoli di Dybala.

L’ha vinta il siringaio della Juve che ha guarito non si sa come Khedira in pochi giorni.

L’ha vinta l’abitudine a vincere della Juve perch√© quel gol era tutto in programma.

L’ha vinta Allegri che ha avuto il pallino del gioco per tutto il match.

L’ha vinta la Gazzetta che mette 5 a tutti i giocatori del Napoli e 6,5 e 7 a tutti quelli della Juve.

Due giorni fa a +2 si parlava di lotta scudetto, oggi a +1 si parla di matematica. Perch√© la matematica non è un’opinione e 1 e un numero maggiore di 2.

L’ha vinta Marchisio che con quel fallaccio a metacampo è stato ingiustamente ammonito. Solo …

L’ha vinta Pogba con quel tacco a centrocampo.

L’ha vinta Dybala che ha dimostrato di essere un campione, altro che Higuain.

Sarri nun ten e pall, Mertens via da Napoli, Koulibaly disastroso, presidente Pappone, squadra senza personalità, Insigne Hamsik e Callejon assenti, Pipita non è più un fenomeno nonostante 24 gol in 25 partite.

Il tifoso juventino è una persona seria ed onesta.

Agg scritt na marea e strunzat, la verità è che il culo è qualcosa di imprevedibile. E la sconfitta casuale non riesco a digerirla.

Ed ecco le pagelle “brillanti”.

REINA 6
Uscire dallo Juventus stadium dopo aver subito un solo tiro (deviato) in porta e perdere fa male. Molto male.

HISAY 6
Primo tempo di personalità con due tunnel ad Evra. Poi nella ripresa soffre a sinistra con Pogba. Ma senza quel salvataggio di Bonucci avrebbe dato un assist d’oro al Pipa.

ALBIOL 6.5
Dybala e Morata non gli vanno mai via. Pulito in disimpegno ma quando c’è da spazzare lo fa senza problemi. L’autorete è pura sfortuna.

KOULIBALY 6,5
88 minuti da primo della classe. Perfetto in ogni intervento. Poi lascia mezzo metro al sinistro di Zaza ma lo ripeterò all’infinito … senza culo nessuno avrebbe detto nulla e la Gazzetta non gli avrebbe dato 4.5!

GOULHAM 6
In costante pressione su Lichsteiner su quella fascia, appoggia spesso Insigne nell’uno contro uno. Mai in difficoltà.

ALLAN 7
Tolti i primi 15 minuti, diventa il padrone della mediana. Sovrasta Pogba nonostante sia meno forte fisicamente. Stava antipatico ad Orsato.

JORGINHO 6.5
Gioca un’infinità di palloni di prima e ne sbaglia pochissimi. Se il Napoli gioca quasi tutta la ripresa nella metacampo dei pluricampioni d’Italia il merito è anche suo.

HAMSIK 6
Anche lui gioca tantissimi palloni nel traffico del centrocampo. Purtroppo nella ripresa sbaglia qualche passaggio di troppo quando la Juve si schiera con 11 dietro la linea della palla.

CALLEJON 5.5
Dà una mano enorme alla mediana diventando spesso il quarto. In attacco mai pericoloso. Sul gol subito Alex Sandro gli salta appoggiandosi con le mani sulla schiena. Ma non diciamo nulla. Shhh

HIGUAIN 5.5
Mai pericoloso e non perch√© non sia un fenomeno ma perch√© quando una squadra si difende soltanto è difficile crearsi l’occasione da gol. Poi c’è chi critica Sarri sul fatto che il Pipita andava sostituito ma ogni commento sarebbe superfluo.

INSIGNE 5.5
Nonostante tanto possesso palla, è mancato il suo ultimo passaggio. Poteva provare qualche imbucata centrale ma era dura.

MERTENS 5,5
La sua partita, sfortunata, si decide in pochi minuti … nella prima azione Marchisio lo falcia fermando un’ipotetica azione pericolosa di contropiede, in quella successiva sbaglia un passaggio che porta al gol.

GABBIADINI SV
Arrembaggio finale … un’occasione ma gli capita sul destro. Mai una gioia.

SARRI 7
Venire a Torino e fare la partita pur senza quel pizzico di follia, è tanta roba. Non gli possiamo incolpare nulla se Reina non fa una parata e se decide di provarla a vincere con Mertens negli ultimi minuti. Peccato.

ORSATO 4
Non c’è bisogna di dare un rigore o un gol in fuorigioco per contribuire ad una vittoria. Sarò un vittimista ma a memoria ricordo questi errori:
PRIMO TEMPO
– entrataccia di Morata: non ammonisce
– Reina salva sulla linea, lui dà angolo
– Fallo di Pogba su Allan, non fischia
– Cuadrado crolla a terra, punizione regalata alla juve al limite dell’area Napoli.
– Fallaccio di Barzagli su Higuain: niente fallo
– Albiol di testa da due passi: fallo inesistente fischiato.
– Allan recupera palla su Pogba: fallo
– Maglia trattenuta su Higuain: niente fallo e il Pipita mima “non me ne fischi uno”
SECONDO TEMPO
– Recupero palla di Hamsik: lui fischia fallo
– Fallaccio intenzionale di Marchisio su Mertens lanciato verso la porta: solo giallo.
– Sul gol Alex Sandro salta e appoggia le mani su Callejon: fallo netto. Lui non fischia, palla a Zaza e gol.

NATURALMENTE SE CHIEDI A LORO, DIRANNO SEMPRE CHE SU MUNTARI LA PALLA NON ERA ENTRATA E SU RONALDO NON ERA FALLO

Giuseppe Brillante