Juventus-Napoli. E’ sfida “brillante”: i numeri a confronto

Il Punto Brillante è una pagina curata da Giuseppe Brillante, autodefinitosi innamorato pazzo del Napoli, si diletta principalmente di calcio, ma non solo. Ironico e mai volgare, ma anche un grande statistico, al quale sta salendo l’ansia in vista del big match di sabato sera. Ecco numeri e statistiche brillanti di Juventus-Napoli!

PUNTI
56 per il Napoli, 54 per la Juventus. Lo stesso numero di vittorie (17) ma il Napoli ha pareggiato due volte in più della Juve che invece ne ha perse 2 in più. A fare la differenza finora lo scontro diretto dell’andata, 2-1 per gli azzurri ed il ruolino interno dei partenopei con 10 vittorie e 2 pareggi, mentre la Juve paga il ko all’esordio con l’Udinese. In trasferta nonostante i 3 ko, la Juve ha racimolato 28 punti, il Napoli 24.

GOL FATTI
53 gol per il Napoli, equamente distribuiti tra casa e trasferta (27-26), ben otto in più rispetto alla Juventus, che curiosamente, ha segnato molti più gol in trasferta (27) che in casa (18). Le due squadre hanno il miglior attacco in campionato con il Napoli (media gol 2,21 a partita) che in Europa è dietro soltanto a Real (2,87), Benfica (2,81), Borussia Dortmund (2,6), PSv (2,59), Barcellona (2,55), Psg (2,52), Bayern (2,5).

MINUTAGGIO GOL FATTI
Il Napoli segna maggiormente nel secondo tempo (31 gol: 59%) con un picco del 23% (ovvero 1 gol su 4) dal 45′ al 60′. Anche la Juventus segna qualche gol in più nella ripresa con 24 reti sui 45 totali (53%) delle quali 11 segnate negli ultimi 15 minuti del match. Quindi occhio ai finali di partita.

GOL SUBITI
La Juventus resta la favorita alla vittoria finale anche grazie al dato dei gol subiti: appena 15 (miglior difesa) rispetto ai 19 del Napoli (seconda miglior difesa). In Europa meglio dei bianconeri (media 0.62) finora hanno fatto soltanto Bayern (0,45), Psg (0.48) e Atletico Madrid (0,49).

GOL SUBITI MINUTAGGIO
I 19 gol incassati sono ben distribuiti negli intervalli di 15 minuti (0-15′, 15-30′ e cos√¨ via), mentre la Juve ha subito tutti i gol nei primi 30 minuti del primo tempo e negli ultimi 30 minuti della ripresa.

TIRI
Il Napoli è finora la squadra che ha calciato di più in porta in Serie A (330) davanti ala Juventus (314). In pratica gli azzurri calciano 14 volte a partita. Più precisa la Juventus nel rapporto tiri dentro lo specchio/tiri fuori lo specchio (49%) rispetto al Napoli (46%).

ATTACCHI
La differenza maggiore tra Napoli e Juventus sta nel dato degli attacchi, ovvero le volte in cui la squadra riesce ad arrivare in area di rigore o al tiro dal limite. Il Napoli è primo in serie A con una media di 27 attacchi a partita, la Juve è a meta classifica con 21 attacchi di media ogni match.

ASSIST
Altro dato importante sono gli assist. I giocatori del Napoli hanno messo a segno finora 81 assist (primi in A), la Juventus (terza) solo 65. Di questi 81 assist, solo 26 hanno portato ad una realizzazione (32%), mentre i bianconeri hanno tramutato in gol 22 assist dei 65 (34%).

CROSS
Napoli e Juventus non sono squadre che puntano molto sui cross per andare a rete. Nella classifica di Serie A, guidata da Lazio, Verona, Inter e Palermo (guarda caso tutte squadre con un centravanti vecchia maniera come Klose, Toni, Icardi, Gilardino …) i bianconeri sono in ottava posizione con 275 cross provati di cui 171 riusciti (62%), gli azzurri addirittura dodicesimi con 258 cross, di cui 127 corretti (49%). Una curiosità: Napoli e Juventus vantano anche lo stesso numero di calci d’angolo battuti, 127, ovvero circa 5 a partita.

POSSESSO PALLA
Anche i numeri confermano che il Napoli è la squadra che vanta il maggior possesso palla in Serie A. Ogni partita gli azzurri gestiscono il pallone per 29’38″”, segue la Juve con 28’56”.

KM PERCORSI
Qual è la squadra che percorre maggiori km in serie A? La risposta è il Bologna con 108,6 km percorsi a partita. Il Napoli segue dietro con 107,3 km ogni match, la Juve è in quinta posizione con 106,4 km.

PARATE
Buffon e Reina sono finora i portieri meno impegnati di questo campionato, rispettivamente con 40 e 42 parate effettuate finora, nemmeno 2 a partita. Per fare un paragone con i portieri delle altre due big di Serie A, Inter e Roma, questi (Handanovic e Szescseny) hanno fatto il doppio delle parate.

FALLI FATTI E AMMONIZIONI
Una squadra che gioca a calcio come il Napoli giustamente commette anche meno falli dato che mantiene il possesso palla più minuti rispetto agli avversari. Il Napoli ha commesso soltanto 280 falli (12 a partita), mentre la Juventus ben 352 (15 a partita). Il Napoli ha subito 45 ammonizioni ed una sola espulsione per doppio giallo (Jorginho a Bergamo), la Juventus 56 gialli e 2 rossi (Evra e Zaza).

SERIE POSITIVA
Tralasciando le 14 vittorie di fila della Juventus, seconda migliore striscia nella storia del calcio italiano e focalizzando il punto sulle ultime 8 giornate nelle quali sia Juventus che Napoli hanno fatto bottino pieno, si evince che la Vecchia Signora ha avuto più difficoltà rispetto al Napoli. Infatti la metà di questi successi sono arrivati tutti di misura e con tantissima sofferenza/fortuna (il Carpi fall√¨ il pari al 94′, la Samp fu condannata da un doppio episodio arbitrale a fine gara, la Roma fu piegata da un gol al 76′ ed il Genoa è stato punito da un’autorete fortunosa). Anche col Frosinone, nonostante il 2-0, la Juve ha dovuto aspettare il 75′ per portarsi in vantaggio. Più lineare il cammino del Napoli che ha vinto soltanto due gare di misura nelle ultime 8, ovvero la prima (col Torino 2-1) e l’ultima (con il Carpi 1-0, anche se gol annullato e rigore non dato avrebbero fatto registrare il 3-0). Nelle altre sfide, 4 vittorie azzurre sono arrivate con due gol di scarto (Atalanta, Sassuolo, Lazio, Sampdoria: 4 gare dominate bisogna dirlo) e due sono arrivate con la Manita (Frosinone ed Empoli).

Giuseppe Brillante