Juventus-Napoli. Buffon vs Reina, Pogba vs Hamsik: i confronti brillanti

Il Punto Brillante è una pagina curata da Giuseppe Brillante, autodefinitosi innamorato pazzo del Napoli, si diletta principalmente di calcio, ma non solo. Ironico e mai volgare, ma anche un grande statistico, che prosegue nel conto alla rovescia verso il big match di sabato sera. Qui ci propone confronti e statistiche ruolo per ruolo, i numeri brillanti dei protagonisti di Juventus-Napoli!

BUFFON – REINA
Insieme ad Handanovic sono i due migliori portieri della Serie A. Nei numeri si equivalgono: Reina sempre presente, Buffon ha saltato solo una partita. 15 gol subiti da Buffon, 19 da Reina. Parate 42 a 40 per Reina, Un’ammonizione a testa. Leggermente migliore la media voti di Buffon su Corriere (6.30 – 6.27) mentre sulla Gazzetta è uguale (6.17).

LICHSTEINER – HISAY
Ben 10 anni di differenza (Hysai è un 94′). L’azzurro ha sforato i 2000 minuti in campo, lo juventino ha giocato la metà dei minuti. Più cattivo in campo Hysai guardando le ammonizioni (5 vs 1) ma anche più propositivo con 36 attacchi contro 19 anche se lo svizzero ha messo lo zampino in 5 occasioni da gol, l’albanese in appena 2. La media voti (identica per la Gazzetta) sorride al napoletano sul Corriere (6,13 – 6,00).

BARZAGLI – ALBIOL
Un classe 81′ contro un classe 85′. Entrambi campioni del mondo da comprimari, i due difensori stanno vivendo un ottimo campionato dopo l’ultimo non impeccabile. Albion in campo 2273 minuti, Barzagli 1670. Più ammonito l’azzurro (4 ad 1) ma anche più pericoloso con 6 occasioni da rete e 6 tiri (appena 2 le conclusioni provate dallo juventino). Media voto: la Gazzetta sceglie Barzagli (6.36 – 6.12), il Corriere preferisce Albiol (6.52- 6.44). Il gol segnato a Frosinone da Albiol ha dato però il via al titolo di campione di inverno del Napoli.

BONUCCI – KOULIBALY
Anche qui l’età è dalla parte dell’azzurro (24 anni contro i 28 di Leo). Due leader della difesa: 2137 i minuti disputati da Bonucci, 1826 quelli di Koulibaly. 1 gol e 1 autogol di Bonucci che ha calciato 17 volte contro le 6 volte di K2. Anche i cartellini gialli sono dalla parte dello juventino con 8 ammonizioni a 4. Le pagelle però sono tutte dalla parte del senegalese con 6.30 per la Gazzetta (6 Bonucci) e 6.42 il Corriere (6.2).

EVRA – GOULHAM
A sinisra si parla francese: Evra 34 anni, Goulham 25. Nel minutaggio entrambi stanno avendo la meglio sui compagni Alex Sandro e Strinic (1384 lo juventino, 1800 l’azzurro). 5 gialli per Evra, 1 per Goulham che ha attaccato 56 volte finora partecipando però attivamente ad appena 5 azioni offensive (6 lo juventino). Stessa media sulla Gazzetta, ma il napoletano supera il bianconero sul Corriere (6.35 – 6.23).

STURARO/PEREYRA – ALLAN
Dubbio a metacampo nella Juve per sostituire Khedira tra Sturaro (860 minuti) e Pereyra (525) mentre nel Napoli Allan (1847) è una certezza. Sturaro ha segnato l’anno scorso al Napoli e già ha fatto un gol quest’anno, Allan ne ha fatti 3 ad inizio campionato ma soprattutto ha provato la conclusione in 16 circostanze. C’è un abisso nelle pagelle: Allan ha una media di 6.39 (Gazza) e 6.52 (CdS) mentre i due juventini non raggiungono la sufficienza.

MARCHISIO – JORGINHO
30 anni lo juventino, 25 l’italo-brasiliano. 1776 minuti per l’azzurro, 1443 per il bianconero. 5 ammonizioni a testa, nessun gol finora ma con lo juventino vicino al gol in 8 occasioni, mentre Jorginho mai in zona gol. Anche la casella assist dice parità. Per quanto concerne le pagelle, solita storia: la Gazzetta premia i giocatori juve (6.34 contro 6.19), il Corriere premia gli azzurri (6.50 contro 6.31).

POGBA – HAMSIK
Senza dubbio i due giocatori simbolo di queste squadre insieme a Dybala ed Higuain. Un 22enne che costa 80 milioni contro un 28enne che ne costava e forse costa ancora 40 milioni. 5 gol a testa, Paul calcia di più (67-40) ma il napoletano calcia meglio nello specchio (45% dei tiri contro il 28%). La percentuale di passaggi riusciti premia sempre lo slovacco (86% – 83%) ma è sul numero di passaggi totali che il capitano partenopeo stacca il rivale (1821 vs 1048) a dimostrazione della maturazione tecnico-tattica raggiunta quest’anno. 55 falli commessi da Pogba, solo 12 quelli di Marek, 40 i subiti contro i 16 di Marek, Entrambi hanno superato la soglia dei 2000 minuti in campionato, entrambi hanno messo lo zampino in 30 occasioni offensive, ma Hamsik ha fornito 16 assist rispetto ai 10 del francese. Media voto: Hamsik vince sia sul Corriere che sulla Gazzetta (6.38 contro 6,19).

CUADRADO/AL.SANDRO – CALLEJON
Dovrebbe giocare Cuadrado ma occhio alla sorpresa A.Sandro. Insieme i due juventini hanno giocato 2000 minuti circa, un pò di più rispetto a quelli di Callejon (1826). 3 gol Cuadrado, 2 Sandro, 4 Callejon. Rilevante il dato degli assist (8) di Sandro rispetto a Cuadrado (3) ma Callejon da solo li batte con 14 assist ai compagni e ben 27 conclusioni verso la porta. La media voto dei due juventini (6.5 Alex Sandro e 6.39 Cuadrado) sono superiori rispetto a quelle di Callejon (6.17 Gazza, 6.25 CdS).

MORATA – HIGUAIN
Ex Real, 28 anni il Pipita, 23 Morata: 5 anni a disposizione per lo spagnolo per raggiungere i livelli di Higuain ma sarà dura. L’argentino nei 2087 minuti giocati sta battendo il record di tutti i campionati di Serie A con i suoi 24 gol su 24 partite. Morata ha giocato appena 1020 minuti segnando 3 gol. Il paragone non regge nemmeno sui tiri totali (105 a 24) e sulle occasioni create (97 a 19!). Infine le pagelle: Higuain è il miglior giocatore di Serie A secondo la Gazzetta (6.98) ed il Corriere (addirittura 7), mentre morata oscilla tra una media di 5.81 e 5.97.

DYBALA – INSIGNE
Il talento della Juve deve essere paragonato al talento del Napoli e non al fenomeno n.9 come tutti fanno. Perchè oggi il paragone Higuain-Dybala non ha fondamenta. Lorenzinho è due anni più grande, ha giocato 1775 minuti rispetto ai 1700 dello juventino, spesso in panca ad inizio anno. I gol dicono Dybala (13 – 10) ma gli assist premiano Insigne (20 a 11 ma ben 10 hanno fruttato una rete). I tiri in porta favoriscono leggermente Insigne (69 a 58). Anche le pagelle mettono Dybala avanti nel Corriere 6.68 a 6.63 e nella Gazzetta 6.7 a 6.43.

PRIMO CAMBIO
ZAZA – MERTENS
Lo juventino (solo 380 minuti fin qua) potrebbe sostituire Morata mentre il belga (717) potrebbe subentrare ad Insigne o Callejon. Due carte importanti da giocare, soprattutto l’azzurro capace di colpire in contropiede in caso di vantaggio azzurro o di aprire la difesa bianconera in caso di svantaggio. Voti: Mertens 6.17 Zaza 5.67.

SECONDO CAMBIO
HERNANES – DAVID LOPEZ
Stessi (pochi) minuti giocati, circa 540. Il brasiliano sta deludendo le aspettative mentre lo spagnolo sta dando un contributo di quantità nell’ultimo quarto d’ora o di qualità ma in Europa. 15 tiri provati da Hernanes, 3 da Lopez. Voti: 5.64 Hernanes, 6 Lopez.

TERZO CAMBIO
LEMINA – CHALOBAH
All’esordio in A, Lemina segno’ all’andata contro il Napoli ma il suo minutaggio resta basso (580). Pochissimi i minuti di Chalobah (25) Voti: Chalobah 6, Lemina 5.89.

TOP 11
Buffon; Hysai, Barzagli, Koulibaly, Goulham, Allan, Marchisio, Pogba, Callejon, Higuain, Dybala.

COUNTDOWN: 2 giorni, 43 ore, 2580 minuti, 154800 secondi … ci siamo quasi, siamo pronti a riscrivere la storia.


Giuseppe Brillante