Juve Stabia-Catanzaro 0-1. Battuta d’arresto per le vespe, i calabresi espugnano il ‘Menti’

Si ferma a sei la striscia di vittorie consecutive per la Juve Stabia. La squadra gialloblù di mister Pasquale Padalino incappa in una piccola battuta d’arresto in occasione del recupero della 35esima giornata del girone C di Serie C contro il Catanzaro di Antonio Calabro. Nonostante la buona prestazione, le vespe hanno ceduto il passo in casa andando ko di misura. I calabresi hanno trovato il successo al ‘Romeo Menti’ grazie alla rete nella ripresa con il gol di Pierno. Nonostante la sconfitta, la Juve Stabia resta sesta a quota 55 punti e certa di disputare i playoff.

JUVE STABIA PROPOSITIVA, MA IL RISULTATO RESTA INCHIODATO SULLO 0-0 – Il match al Romeo Menti inizia subito con ritmi elevati. Juve Stabia e Catanzaro approcciano alla gara con un piglio a dir poco propositivo, dandosi battaglia a viso aperto. La prima emozione della sfida arriva al 18′ e a regalarla è proprio la compagine gialloblù di mister Pasquale Padalino. Le vespe, dopo le diverse sortite offensive, riescono a trovare il primo vero tiro verso la porta dai piedi di Garattoni che, però, non sorprende affatto l’estremo difensore Di Gennaro. La formazione padrona di casa si riaffaccia con insistenza nella metà campo ospite al 23′ sfiorando la rete del vantaggio con bomber Marotta. La mole di gioco delle vespe cresce con il passare dei minuti. Alla mezz’ora di gioco, infatti, sono nuovamente i padroni di casa ad andare a caccia del gol con Fantacci. Il calciatore gialloblù fa prima secco con eleganza il diretto avversario e poi calcia col mancino mancando lo specchio della porta. La reazione del Catanzaro arriva solo nel rush finale con una conclusione dal limite di Carlini che finisce comodamente tra le braccia di Farroni. I minuti conclusivi della prima frazione sono a tinte gialloblù. Ma nonostante il netto predominio, la Juve Stabia va a riposo sullo 0-0.

BASTA PIERNO AL CATANZARO, JUVE STABIA SCONFITTA – Ad aprire le danze della ripresa è la Juve Stabia. Le vespe di Padalino sfiorano subito la via del gol dopo pochi minuti dall’inizio della seconda frazione di gioco con un contropiede fulmineo. A far partire l’offensiva del club padrone di casa è un ispirato Orlando. L’ex Sambenedettese scappa via sul versante destro per poi servire in area bomber Marotta che a due passi dalla porta manca l’impatto con la sfera, così come Garattoni. Al 53′ è il Catanzaro a tuonare passando in vantaggio grazie alla rete di Pierno. Il terzino punisce la Juve Stabia con un micidiale mancino dal limite. La compagine di casa prova a reagire al 59′ sugli sviluppi di un corner. Mulè impatta di testa la sfera, ma la sua conclusione sorvola la traversa. Subito dopo è ancora la formazione allenata da Padalino a cercare il gol sfiorandolo con un calcio di punizione di Berardocco che manca di poco lo specchio della porta. La Juve Stabia continua ad insistere portandosi al  ancora ad un passo dalla rete del pari: cross dal versante sinistro di Caldore e colpo di testa di Elizalde che si infrange sulla traversa. E’ sempre la Juve Stabia al 75′ ad assaporare il gol del pari con un velenoso mancino dal limite di Orlando che si spegne di poco sul fondo. Poco dopo è Fantacci ad andare alla conclusione, dove Di Gennaro risponde presente con un intervento prodigioso. A provarci qualche instante più tardi per la Juve Stabia è Marotta che trova ancora un reattivo Di Gennaro. I gialloblù vanno all’assalto anche nei minuti finali concedendo qualche ripartenza di troppo che, però, il Catanzaro non sfrutta a dovere. Nonostante l’assedio gialloblù, il risultato resta immutato.

IL TABELLINO DEL MATCH

JUVE STABIA-CATANZARO 0-1 ( 0-0 pt)

JUVE STABIA (3-4-3): 22 Farroni, 13 Mulè, 20 Troest,  24 Caldore (88′ Ripa),  5 Garattoni (76′ Borrelli), 14 Berardocco (76′ Scaccabarozzi), 21 Vallocchia, 4 Elizalde (76′ Lia), 33 Fantacci (88′ Cernigoi), 11 Orlando, 10 Marotta. 

A disposizione: 25 Russo, 26 Gianfagna, 2 Lia, 8 Scaccabarozzi, 17 Guarracino, 18 Ripa, 28 Esposito, 29 Borrelli, 30 Suciu, 31 Oliva, 32 Cernigoi. Allenatore: Pasquale Padalino.

CATANZARO (3-5-2): 33 Di Gennaro, 14 Scognamillo, 5 Martinelli, 20 Ricciardi (46′ Porcino), 16 Pierno, 21 Risolo, 23 Baldassin, 29 Carlini (88′ Parlati), 19 Gatto, 7 Curiale (77′ Evacuo), 18 Di Massimo (77′ Verna).

A disposizione: 1 Mitti, 22 Branduani,  8 Verna, 9 Andrade, 10 Parlati, 15 Molinaro, 17 Evacuo, 25 Grillo, 34 Porcino. Allenatore: Antonio Calabro.

Direttore di gara: Davide Moriconi della sezione AIA di Roma 2

Assistenti: Orazio Luca Donato della sezione AIA di Milano — Nicola Tinello della sezione AIA di Rovigo

Quarto uomo: Claudio Petrella della sezione AIA di Viterbo

Ammonizioni: Ricciardi (32′), Troest (43′), Elizalde (44′), Pierno (62′), Scognamillo (72′)

Espulsioni:

Marcatori: Pierno (53′)

Recupero:  1′ (pt), 4′ (st)

Dallo Stadio Romeo Menti di  Castellammare di Stabia, Nunzio Marrazzo  (Ph Catanzaro Official Page)