Ischia. Campilongo: “Le cose non sono andate nel verso giusto”

ISCHIA 0

AVERSA NORMANNA 1

Ischia: Pane, Pedrelli, Tito, Nigro, Mattera, Cascone, Masini (Longo dal 34′ s.t.), Catinali (De Francesco dall’1′ s.t.), Di Nardo, Armeno (Austoni dal 17′ s.t.), Schetter. A disp. Mennella, Rainone, Mora, Liccardo.

Aversa Normanna: D’Agostino, Nocerino, Esposito (Galizia dal 30′ s.t.), Suarino, Porcaro, Di Girolamo, Balzano, Prevete (Gatto dal 17′ s.t.), Vicentin, Di Vicino, Orlando (Miraglia dal 40′ s.t.). A disp. Salese, De Rosa, Villanova, Castaldi.

ARBITRO: Greco.

RETE: Porcaro al 7′ p.t.

NOTE: ammoniti Pedrelli e Austoni (I), Suarino e Prevete (A). Angoli 11-0 per l’Ischia.

ISCHIA – L’Aversa Normanna, con merito, passa al Mazzella infrangendo l’imbattibilità casalinga dell’Ischia che durava da undici mesi. Sconfitta senza attenuanti per la squadra di Campilongo, che ha prodotto davvero poco nell’arco dei novanta minuti, frenata dalla perfetta tenuta difensiva dei granata, che hanno chiuso tutti gli spazi, soprattutto nella ripresa. “Ero convinto che avremmo fatto una grande partita – dice a fine gara Salvatore Campilongo – ma purtroppo le cose non sono andate per il verso giusto e me ne assumo le responsabilità. Stiamo attraversando un momento difficile, non c’è dubbio, ma si tratta a mio avviso di un fatto mentale, non fisico. Su questo dobbiamo lavorare per tirarci fuori da questa situazione, sono certo che ci riusciremo”.

Cronaca. Nell’Aversa Normanna l’ex Galizia parte in panchina, entrerà alla mezzora della ripresa. Nell’Ischia manca lo squalificato Cunzi, debutta Schetter nel trio d’attacco di cui fanno parte anche Schetter e Di Nardo. E’ proprio quest’ultimo ad avere subito a disposizione la palla per sbloccare il risultato, ma la sua conclusione su angolo di Tito termina lato. Non sbaglia, invece, sul fronte opposto l’Aversa Normanna. Al 7′ cross di Esposito dalla sinistra, perfetta elevazione di Porcaro al centro dell’area e deviazione imparabile per Pane.

L’Ischia colleziona calci d’angolo e crea buone opportunità, ma sotto la porta granata c’è poca reattività e cattiveria. La stessa che, per fortuna dell’Ischia, non ci mette sull’altro fronte Vicentin: tutto solo sulla sinistra davanti a Pane, invece di tirare passa all’accorrente Balzano che conclude senza la necessaria precisione. Sfuma, cos√¨, per l’Aversa Normanna l’opportunità di pervenire al raddoppio. Il primo tempo si chiude, pertanto, col vantaggio di 1-0 per i granata.

Nella ripresa l’Ischia si presenta subito con De Francesco al posto di Catinali. Sembra inizialmente che l’innesto dell’ex laziale possa portare benefici sul piano della velocità della manovra, ma rimane la scarsa efficacia di penetrazione della formazione gialloblu: l’Aversa Normanna si difende con ordine e rischia di capitolare soltanto nei minuti di recupero, quando da posizione angolata Di Nardo spedisce fuori il pallone del possibile 1-1.

Condividi