Internazionali d’Italia. Impresa Errani sulla cinese Na Li, azzurra in semifinale

Piccola grande Sara Errani. Missione compiuta per la romagnola, che prenota il biglietto per le semifinali degli Internazionali d’Italia femminili a scapito della cinese Na Li, seconda forza del tabellone: 6-3 4-6 6-2 il punteggio a favore dell’azzurra. Sarita, numero 10 del seeding, ha centrato un’impresa che mancava dagli anni 30, dai tempi della leggendaria Lucia Valerio: centrare per due anni di fila la semifinale agli Internazionali d’Italia. L’anno scorso aveva messo fine a un digiuno di 28 anni (ma nel 1985 fu un’edizione strana, con tre azzurre su quattro in semifinale, giocata presso l’Italsider di Taranto), ma quella di oggi è ancora più gustosa, perch√© l’ha conquistata sul campo, battendo la numero 2 WTA, mentre l’anno scorso aveva usufruito del ritiro di Maria Sharapova. Insomma, c’è tutto per festeggiare e dare alla romagnola un’altra paginetta nel libro d’oro del tennis italiano. Anche perch√© il suo bilancio stagionale contro le prime 10 era in rosso. Sarita ha smentito tutti nel momento più importante, contro l’avversaria più forte. Perch√© Na Li è un’ex campionessa del Roland Garros e adora giocare sulla terra, anche se da giovane era più occupata a sfuggire alla nomenclatura cinese piuttosto che a scegliere una superficie. Sarita è stata grande, granitica sul piano mentale. Avrebbe potuto crollare tante volte, nel 6-3 4-6 6-2 che l’ha spinta nella Final Four romana. Troverà la vincente di Jankovic-Radwanska. Avversarie dure, durissime, ma almeno giocabili. L’anno scorso Vika Azarenka si dimostrò troppo superiore. Stavolta ci si può provare. Sara ha fatto il meglio, quello che il suo talento e il suo fisico le consentono. E’ stata aiutata dalla cinese: non c’è nulla di male nel riconoscerlo. Ma il successo è stra-meritato e avrebbe potuto maturare anche in due set. ita


clicca qui per seguirci su Facebook
clicca qui per la fotogallery
clicca qui per seguirci su Twitter