Givova Scafati. KO amaro contro Pesaro, Logan out

Cade di nuovo la Givova Scafati Basket al cospetto della Carpegna Prosciutto Pesaro. Una partita in cui i gialloblù segnano poco e soffrono la costruzione dei marchigiani

Seconda sconfitta consecutiva per la Givova Scafati Basket. Una gara, quella contro Carpegna Prosciutto Pesaro che sarebbe potuta valere le Final Eight, qualora gli astri fossero stati contingenti. Ma manca la vittoria la formazione di Attilio Caja, orfana anche di David Logan, fermatosi proprio nel riscaldamento.

Primo tempo a rincorrere, Scafati con polveri bagnate

Se il buongiorno si vede dal mattino, allora per Scafati era già segnata la gara. Con Logan in panchina per un problema muscolare e il primo canestro a favore di Pesaro, il panorama sembrerebbe segnato, anche perchè Okoye prova la tripla ma trova solo il ferro. L’americano riesce a ribaltare il risultato al secondo tentativo, ma Stone commette fallo e si è subito sul pareggio.

Doppio fallo per Moretti, con il secondo che regala a Rossato un giro in lunetta e il nuovo vantaggio per i padroni di casa. Cheatham porta nuovamente i suoi in vantaggio con una tripla, ma ci pensa anche Gudmundsson di nuovo dall’arco e arriva il massimo vantaggio per i biancorossi. Okoye-Imbrò accorciano con un doppio possesso proficuo che ribalta il risultato e mette Scafati sul +4.

Molto fallosa Pesaro che a due minuti circa dalla fine del quarto è in bonus. Non ne approfitta Scafati, ma la stessa Pesaro continua a viaggiare su alte percentuali. Visconti accorcia con un step-back dall’arco e il tocco successivo di Cheatham ripristina il vantaggio ospite. A fine primo quarto Scafati è sotto di un punto, ma nel secondo periodo la Carpegna dilagata.

Pochi punti nei primi minuti, con Scafati che avanza grazie a un fallo, tiri liberi in canestro. Ma il successo non viene bissato subito dopo, quando i giocatori di casa sbagliano i liberi. Pinkins però dà il suo contributo con una tripla importante per una squadra che fa fatica a segnare. Risponde Pesaro con una giocata da 4 di Totè che viene completata. Punteggio sul 18-18 che dura pochissimo, perchè Kravic dalla lunetta allunga.

Arriva nuovamente il +4 grazie ad un no-look tra Kravic e Abdur-Rahkman. Rossato mantiene la scia andando nuovamente a canestro, ma Scafati arriva a bonus a più di cinque minuti dall’intervallo. In pochi possessi Pesaro passa dal +4 al +10, ancora grazie ad un Abdur-Rahkman che va con uno step-back. Allunga ancora Charalapopoulus che sigla il +12. Scafati che prova a rimettersi in carreggiata con due buoni tentativi, ma continua a sparare a salve la formazione di Caja.

Ci prova, dunque, Pinkins che riesce ad andare a segno, Pesaro che costruisce bene e trova facilmente la retina del canestro. Pinkins dal canestro al fallo: marchigiani che siglano un nuovo massimo vantaggio andando sul +13 proprio finalizzando dalla lunetta. Caja manda in campo Mian che con due triple prova a sistemare la situazione. Il quarto finisce con il risultato di 31-41,

Scampoli di Scafati nel terzo periodo, poi il crollo

Nel terzo periodo Scafati sembra riaversi. In pochi possessi lo svantaggio si assottiglia fino al -4, grazie ad una doppia tripla a firma di Okoye ed Imbrò. La gioia dei gialloblù dura un possesso, perchè Charalapopuolos allunga nuovamente andando a canestro. Botta e risposta per diversi possessi, poi il dai e vai Stone -Okoye assieme al fallo di Tambone permettono a Scafati di accorciare: 49-52.

Torna davanti la formazione di casa con una doppia giocata di Thompson. Rossato allunga per il temporaneo 55-52 che chiude il terzo quarto.

Nell’ultimo periodo, però, Scafati affonda nuovamente. La formazione di Caja arriva prestissimo a bonus, permettendo a Pesaro di approfittare e allungare. All’islandese Gudmundsson il compito di pareggiare, poi un parziale tutto a favore di Visconti, che subisce falli e riesce a trasformarli sbagliandone solo due. In pochi possesso la Givova scivola di nuovo al -10, non riuscendo ad andare oltre i 6 punti segnati.

Momento estremamente negativo per i gialloblù che subiscono fino ad un passivo di -19. Nei secondi finali riescono Okoye e compagni ad addolcire la sconfitta, seppur con un largo vantaggio a favore di Pesaro. Finisce 69-81.

Tabellino

Givova Scafati Basket-Carpegna Prosciutto Pesaro 69-81 (13-15; 18-26; 24-11; 14-29)

Givova Scafati Basket: Okoye 21; Mian 7, Pinkins 15, Rossato 6, Stone 3, Thompson 4, Caiazzo NE, De Laurentiis NE, Imbrò 10, Butjankovs 0, Tchintcharauli NE, Logan NE. Allenatore: Attilio Caja

Carpegna Prosciutto Pesaro: Kravic 9, Visconti 8, Tambone 6, Stazzonelli 0, Gudmundsson 10, Abdur-Rahkman 12, Moretti 6, Charalapopoulos 15, Totè 4, Cheatham 11. Allenatore: Jasmin Repesa

PH Credit: Lega Basket