Givova Scafati KO al Dome, di forza Trieste si prende la vittoria

La Givova Scafati non comincia bene il suo 2023 perdendo al Dome con il risultato di 61-59. Una gara da dimenticare per Logan che non va mai a segno dall’arco. Punteggio basso e percentuali di punteggio basse.

Al Dome di Trieste sono i padroni di casa biancorossi che festeggiano. La vittoria è della Pallacanestro Trieste dunque che chiude in rimonta su una Givova Scafati che sembra tenere il punteggio e il match fino al terzo periodo. Si spegne la luce nell’ultimo quarto e rimonta per i triestini che alla sirena sono sul 61-69.

Scafati chiude in avanti, pochi canestri, molte emozioni

Un primo tempo che non regala particolari punti dai canestri con parziali che superano di poco i 10 punti a testa, quando li superano. Nel primo quarto è Triste a portarsi in avanti conquistando i primi punti dalla lunetta per il fallo di Stone, ma arriva rapido il pareggio con un tiro da due di Thompson. Dopo 4′ circa di gioco, i tabelloni segnano un 4-4 con Scafati che ha l’occasione di passare in vantaggio di un possesso con due tiri dalla lunetta. Uno su due è la percentuale per l’ala gialloblù.

Mette la testa fuori Trieste grazie al tiro di Spencer, ma il vantaggio dura pochissimo. In campo Imbrò, che mette a segno la prima tripla per Scafati e porta i suoi avanti di un possesso. Nuovo vantaggio massimo che cambia con Pinkins a segno dall’arco: +6 dunque per la Givova Azione di Rossato e sottomano di Pinkins per il 6-12. Accorcia di poco la Pallacanestro Trieste  grazie a Davis dalla lunetta. Solo un libero trasformato, ma due triple, quella di Lever e quella di Bartley portano Trieste di nuovo in avanti.

Dall’arco Okoye ristabilisce le distanze e il +2 per gli ospiti, ma arriva immediatamente il pareggio che vale come risultato ultimo del primo periodo.

Nel secondo quarto è Logan che sigla i primi punti: tenta la tripla, il Professore, ma sbaglia, inserimento e tap-in a rimbalzo. Trieste risponde subito con il sorpasso targato Davis che mette a segno due triple consecutive valevoli per il 21-17. Sorpasso temporaneo recuperato dall’inserimento di Pinkins che arriva in doppia cifra. Può allungare Scafati con Thompson che gode di una giocata da tre, ma sbaglia il libero.  Pochi minuti e arriva il 24-24 con i padroni di casa che sfiorano il sorpasso, impedito solo dal close-out di Mian.

Allungano gli ospiti grazie a Logan che mette a segno 4 punti consecutivi, ultimi dei quali in sospensione forzata, i gialloblù tornano al +6 e Triste che potrebbe approfittare di una rimessa in seguito al fallo di Logan. Sbaglia la giocata la squadra di Legovich, con Thompson che trova un fallo propizio. Lunetta e nuovo massimo vantaggio dopo i liberi. All’intervallo +8 e 24-32.

Rimontone Trieste, Scafati deve arrendersi

Comincia benissimo la Scafati che trova un massimo vantaggio di 10 punti. Trieste riesce a tenere la scia e rimettersi in riga, raggiungendo il -6, ma Scafati va in fuga arrivando al +12 come massimo vantaggio. La Pallacanestro Trieste risponde con Bartley e Davis. Il punteggio resta per qualche minuto bloccato sul 31-39, con Trieste vicina al canestro. Stoppa Thompson sulla schiacciata del -6.

La luce di Scafati, però si spegne e Trieste riesce ad arrivare al -3 grazie soprattutto ai break dalla lunetta. Scafati in bonus e Gones ne approfitta trasformando 3 tiri liberi su 4. Logan non riesce a dare il quid con le giocate da tre, chiudendo la partita con uno 0 dai tiri dall’arco. Pinkins, però, riesce di forza a tenere i suoi in vantaggio con un 37-41, ma vanifica tutto il fallo di Imbrò, che manda in lunetta gli avversari.

Scafati risponde con una buon’azione, ma tiene bene la difesa triestina che trova il blocco, non è altrettanto attenta, però sul tiro dall’arco di Stone alla sirena, che riporta Scadati su un provvidenziale +5.

Crolla la formazione di Caja nell’ultimo periodo. Polveri bagnate per i gialloblù e primi punti del periodo in favore dei padroni di casa con Deangeli che porta il passivo a -1. Ruzzier protagonista, e ancora importante contributo per lui nel dialogo con Lever andando al canestro. Pick-n-roll per Pinkins e Logan, con l’ala che trova il canestro che riporta i campani sul +3. Insegue Trieste, con botte e risposte e Mian rimette Scafati davanti di 4 punti, Un vantaggio che dura poco, perchè Vildera trova il -2. Sul 49-49 ancora Vildera protagonista con due liberi per lui.

Trieste trova il sorpasso e Okoye tenta il tiro, ma viene murato. Di nuovo punteggio sul pari grazie a Logan che non tenta più la tripla. Di nuovo, come nel quarto periodo, Trieste approfitta di una Givova fallosa e nuovamente in bonus, per tenersi davanti. Prova ad accorciare Scafati con Pinkins dalla lunetta, ma sbaglia uno dei liberi a disposizione. Lo stesso per Logan e Deangeli scaglia la tripla che vale il +7, nuovo vantaggio massimo per i biancorossi. Risposta di Pinkine che tiene accese le speranze, che si spengono di nuovo dalla lunetta.

Alla sirena Scafati cade dopo la bellissima partita contro Napoli. Trieste chiude sul 64-59.

Tabellino

Pallacanestro Trieste-Givova Scafati Basket 64-59 (15-15; 9-17; 15-12; 25-15)

Pallacanestro Trieste: Ganes 10, Davis 13, Deangeli 7, Vildera 4, Bartley 16, Pacher 2, Bossi N.E., Spencer 3, Ruzzier 4, Campogrande 0, Lever 5. Allenatore: Marco Legovich

Givova Scafati Basket: Okoye 5, Mian 3, Pinkins 21, Imbrò 3, Logan 13, Thompson 11, De Laurentiis N.E., Cecchin N.E., Rossato 0, Butjankovs 0, Tchintcharauli N.E.Stone 3. Allenatore: Attilio Caja