Giugliano. Stiletti: “Lucignano e De Cesare i nostri gioielli. Sempre puntato su giovani di valore”

Sul campo i giovani talenti in erba su cui scommettere e le battaglie a suon di vittorie e sacrifici. Una carriera decisamente in crescendo per il direttore sportivo del Giugliano Orlando Stiletti. Dalle prime esperienze col Casavatore a quelle recentissime con Sanità, Equipe Campania, Acerrana e ora Giugliano splendida realtà del girone A di eccellenza. Mai un tono trionfalistico nelle dichiarazioni., un’esaltazione ma intenti di programmi in linea con la società di appartenenza. I risultati sono inevitabili e sotto gli occhi di tutti. Negli studi di Radio Caserta Nuova ecco il suo intervento pieno d’amore e orgoglio verso il calcio:Il bilancio ad oggi è decisamente positivo. Grande la soddisfazione di aver allestito un gruppo serio ed affiatato. Tutto è partito a Luglio dopo la telefonata del presidente Sestile. Impossibile rifiutare una piazza esigente come Giugliano. Ho avuto il compito di decidere giocatori e staff tecnico. Mister Mazziotti la primissima scelta:senza spendere follie e tanti sacrifici abbiamo allestito una squadra di uomini e poi di giocatori. Abbiamo cambiato quattro campi di allenamento finora. Giocheremo ora domenica allo stadio di Marano contro la Sibilla. Molti stadi non ci ospitano per il gran numero della nostra tifoseria. Grande il lavoro del nostro team manager Giovanni Garofalo anche per la juniores:sta facendo benissimo e non posso che fargli i complimenti . Amo il campo e il lavoro. La mia squadra ha sempre la gioia di venire il marted√¨ a fare gli allenamenti:per me una grande vittoria. Questo il nostro segreto.Domenica a San Marco Trotti grande giornata di sport:ho ritrovato i miei amici dei tempi di Acerra come Rivetti e Scippa Giuseppe Lucignano gioca da quarto di centrocampo in questo grande inizio di stagione per il Giugliano. Le sue prestazioni non sono sfuggite al neo allenatore della rappresentativa campano Raffaele Di Pasquale che lo ha convocato .:L’anno scorso con l’eccellenza con l’Atletico Vesuvio poi con l’Asd Miglianico con eccellenza abruzzese. Mister Mazziotti è un grandissimo motivatore, grazie a lui sto diventando un giocatore sempre più duttile tatticamente sia a destra che a sinistra. Dai più esperti della squadra non possiamo che prendere esempio anche fuori dal campo. Nel terreno di gioco sono sempre i primi ad incitarci. Giugliano non merita l’eccellenza. Cerco d’impegnarmi sempre al massimo Antonio De Cesare centrale difensivo classe ’96 della Sarnese sta letteralmente bruciando le tappe. Titolare inamovibile nello scacchiere di mister Vitter non nasconde tutta la grande soddisfazione per coltivare questo grandissimo sogno. Piena fiducia e subito sfide a grandissimi attaccanti che non hanno bisogno di presentazione :Sono arrivato alla Sarnese grazie al ds Stiletti che mi ha fatto provare ed è andato bene. Non pensavo che mi facesse giocare titolare. Finora ho marcato Nappi, Montaperto e Marcucci:Montaperto decisamente mi ha messo in difficoltà. Immarcabile, grande potenza fisica. Il campionato sta andando bene, siamo al secondo posto ad un punto dalla capolista Scafatese. Punto ad arrivare più in alto possibile con la maglia della Sarnese. Mister Vitter mantiene unitissimo lo spogliatoio. Puntiamo ai play off

MARIO FANTACCIONE

Condividi