Giugliano. Mazziotti: “Abbiamo pensato di essere già grandi ma…”

In cuor suo decisamente sperava in ben altra partita. A complicare i piani la perdita di Cozzolino :la squadra è apparsa in difficoltà. Nella ripresa minuti di black out in occasione della seconda e terza rete nel giro di qualche minuto. Subite tre reti come quanto in tutto il torneo finora. Si riprendono gli allenamenti rivedendo mentalmente gli errori e provando ad immediatamente a voltar pagina. Imminente il prossimo impegno:gioved√¨ alle ore 14:30 a San Sebastiano al Vesuvio ecco la gara d’andata di Coppa contro il Volla una delle squadre rivelazioni di questo torneo. Domenica 10 Novembre altro cambio di campo con una nuova gara interna:si disputa al Don Sossio Giordano l’incontro contro il Casalnuovo del maestro Sorianiello.

Nulla da eccepire sulla sconfitta di sabato dei ragazzi come afferma mister Mazziotti:Sconfitta meritata, brutta partita da parte nostra. Mai in partita, siamo stati presi dall’assillo. Ci sono venute le vertigini. Troppo peso per questa squadra. Ragionare da capolista.. Ci sono mentalità diverse .. dobbiamo ancora crescere. Fino ad oggi umili e lottatori. Siamo scesi in campo impauriti. Ci siamo creduti già grandi , cresciuti e bravi. Abbiamo avuto una lezione sacrosanta in campo. Si ritorna all’ottava di campionato con i piedi per terra a tre punti dalla capolista. Stiamo rispettando i programmi. Potevamo perdere ma giocandola. Perso Cozzolino, ci siamo disuniti. Il Quarto è l’unica società strapubblicizzata a livello nazionale. Chiaro che dopo pochissimo l’arbitro non se la sente di punire una gomitata netta:il nostro giocatore ha avuto otto punti di sutura. Bisogna rivedere la psicologia degli arbitri:vengono influenzati. Sono umani, possono lasciarsi condizionare. Qualcosina si poteva vedere. L’uscita di Cozzolino ha cambiato strategia:con la sua forza riesce a portare su la squadra. Ciro Reppucci è un poco più statico,fa salire dalle retrovie. Oggi non c’era nessuno. Lo spirito è quello giusto:abbiamo perso lo scontro diretto e non cambiano i nostri programmi. Pensiamo al Volla di Coppa Italia. Il rammarico è stato quello di non aver giocato la partita. Parleremo con la società per vedere quali sono le loro aspettative e potenzialità da seguire. Vedremo se il caso di intervenire o meno. Ciro Amorosetti è uno dei tecnici più preparati, sicuro che avrebbe creato una bella squadra anche in questa stagione

L’invito a non mollare arriva direttamente da Angelo Capuozzo titolare del ristorante Ma tù Vuliss quartier generale del Giugliano prima di ogni gara. Un rapporto di amicizia e sostegno al progetto Giugliano della famiglia Sestile animati da grande passione:Seguo il Giugliano sin dalla serie C. Per me la maglia gialloblù ha fascino. Importante giocare nel nostro campo perch√© esprimiamo tutta la qualità davanti alla nostra gente, tifoseria. Il Giugliano merita. Il presidente sta facendo tanti sacrifici per andare avanti. Noi crediamo che dobbiamo portare il Giugliano il più in alto possibile. Forza ragazzi, non mollate mai. Questo è il primo anno, miglioriamo settimana dopo settimana. Puntiamo sempre in alto. Noi in passato stavamo facendo i play off per la serie B.. Nel giro di un paio d’anni la squadra darà soddisfazioni. Puntiamo su questo gruppo perch√© alle spalle c’è una grande società. I ragazzi meritano solo grandi complimenti. Mister Mazziotti è persona serissima :lui dà i calci a questo Giugliano. L’arma in più è il presidente che sta dando tutto per la causa. Noi siamo pronti a seguirlo

MARIO FANTACCIONE

Condividi