Gelbison, De Sanzo: “Usciamo dalla coppa a testa alta”

Il tecnico della Gelbison, Fabio De Sanzo, si è dimostrato sereno dopo la sconfitta dei cilentani sul campo della Turris, che ha estromesso la sua squadra dalla Coppa Italia di Serie C, non l’obiettivo principale della stagione.  “Mi è piaciuto il primo tempo dove siamo stati aggressivi e pimpanti. Nella ripresa siamo calati alla distanza, normale perchè tanti nostri calciatori avevano giocato poco finora, peccato per il gol nel recupero”.

Alcuni elementi impiegati oggi hanno soddisfatto l’allenatore calabrese, tra cui Mesisca e Marong: “Da loro ho visto buone cose”. Una squadra pronta a lottare su tutti i palloni, quella cilentana: “Deve per forza essere così, perchè se caliamo i ritmi andiamo in difficoltà. La nostra forza dev’essere nella convinzione, che stiamo inculcando, magari dobbiamo alzare ancora la condizione di qualcuno, ma ci sta. Oggi giocavamo contro una signora squadra, ma siamo usciti a testa alta”. Nessuna recriminazione per il gol nel finale: “Era nell’aria perchè la Turris ci aveva costretta a stare bassi negli ultimi minuti, occorre riconoscere che hanno segnato un gran gol”.

Concentrazione ora sul campionato per la Gelbison: “Assolutamente” – dice De Sanzo – “talvolta poi le sconfitte sono utili a mantenere i piedi per terra. Abbiamo giocato con orgoglio, ma abbiamo pur sempre perso”. Sabato alle 18,30  al Torre di Pagani arriva il Foggia, squadra che non ha propriamente convinto finora nel girone C conquistando appena 4 punti in 6 partite. Un momento delicatissimo per i satanelli, in silenzio stampa. E proprio contro la Gelbison debutterà il nuovo allenatore, Fabio Gallo. Per lui un contratto fino al 30 giugno 2023.