Futsal D. Procida-Arzano 3-2. I Papa boys vincono in rimonta

Ora è ufficiale, il Football Club Procida oltre a non concretizzare (se non in minima parte) le tante occasioni che crea nell’ora di gara, patisce anche i primi minuti di gara; infatti, per la terza volta consecutiva al 10‚Ä≤ di gioco il parziale è nettamente a pannagio della squadra rivale, la quale, manco il tempo di mettere piede nell’impianto di Via G. da Procida era già in vantaggio di un gol, grazie alla deviazione col corpo del numero 3 su una respinta di Tramontano ed aveva anche colpito un palo al primo minuto col numero 10 su punizione. Svantaggio, quello isolano che diventa addirittura doppio al 9‚Ä≤ quando un errato posizionamento della retroguardia giallo-nera regala una autostrada agli arzanesi che approfittano e ringraziano. Papa, che aveva schierato una quaterna di giocatori di movimento inedita, inizia la girandola di cambi: fuori Lesbino, Scotto di Carlo e Lubrano Lavadera D. e dentro Righi, Capobianchi e Scotto di Ciccariello. Il Procida inizia a macinare occasioni e trova la rete al minuto n¬∞ 20: capolavoro balistico di Righi su punizione dai 12 metri ed è 1-2. Righi, ancora lui, va vicino al pari pochi minuti dopo quando non riesce a deviare in rete un assist di capitan Lubrano. Al 27‚Ä≤ gli isolani pareggiano con un calcio di rigore fischiato dal signor Elio Simone per una spinta ai danni di Lubrano: dal dischetto Righi è glaciale ed 2 pari. Il Procida ha anche la chance di ribaltare il match sin dal primo tempo con Righi che proprio all’ultimo secondo si fa parare il tiro libero dall’ottimo portiere degli ospiti.

Si va al riposo sul 2-2 e gli isolani sanno che se vogliono ambire ad una posizione nei playoff questa è una partita da vincere a tutti i costi ed iniziano un pressing a tutto campo che asfissia le fonti di gioco arzanesi che sono costrette a lanciare palla. La svolta del match al minuto numero 10 della ripresa: fuori Righi e dentro Lubrano Davide che al primo pallone giocato con una precisa puntata fa 3-2. Gli isolani continuano con la pressione e costruiscono almeno 5 occasioni da rete, ma è sempre ottima la risposta del portiere arzanese su Righi, Battinelli, Sabia, ma è superlativo a 7‚Ä≤ dal termine quando devia una conclusione alta di Lesbino. Un cambio frettoloso a pochi minuti dalla fine stava per costare caro ai Papa Boys con Tramontano che si salva coi piedi. Negli ultimi minuti il Procida cerca più di difendere il gol di vantaggio, piuttosto di incrementarlo; anche se, potrebbero anche farlo con Scotto di Carlo che tira debolmente invece di servire un compagno meglio piazzato. Nel finale Tramontano, ancora ottimo in uscita, salva il risultato togliendo all’attaccante ospite la possibilità di girarsi e concludere verso la porta ormai vuota.

Successo importantissimo per i Papa Boys che però hanno ancora tanto da migliorare soprattutto nell’approccio alla gara: non sempre si possono regalare i primi 10 minuti e poi venirne a capo alla luce della difficoltà che gli isolani palesano nella fase di finalizzazione dell’azione.

Procida: Tramontano, Scotto di Carlo, Lesbino, Lubrano Davide, Sabia, Righi, Scotto di Ciccariello, Lubrano Francesco, Florentino, Battinelli, Capobianchi, Assante di Panzillo. All: Papa

 

 

Comunicato Stampa FC Procida