Folgore S.Vincenzo-C.N.900 Acerra 5-4. Sconfitta amara per i granata, arbitraggio da rivedere

BRIANO. Partita no, ma non per il gioco espresso dalla squadra, bens√¨ per diverse vicissitudini a partire dall’arbitraggio, a dir poco scandaloso, per finire all’infortunio che ha messo fuori De Rosa dopo pochi minuti. Ma andiamo con ordine, mister Rescigno del Club New 900 Acerra si affida a D’Amico tra i pali, centrale difensivo c’è De Rosa, sulle ali vanno Passaro e Piscopo, infine nel ruolo di pivot c’è Bigliardo. Partono subito forte gli ospiti che, dopo appena tre minuti, trovano la rete del vantaggio grazie a Flavio Bigliardo, che sblocca il punteggio. Neanche il tempo di metabolizzare lo svantaggio da parte dei padroni di casa, che subiscono il raddoppio del Club New 900 sull’asse De Rosa-Bigliardo-Piscopo con quest’ultimo che tira una sassata e porta i suoi al doppio vantaggio. La doppia distanza rinvigorisce gli ospiti che creano molto e sprecano tanto, al decimo minuto si infortuna De Rosa, e sale in cattedra l’arbitro, il signor Elefante di Castellamare, che inizia a fischiare l’impossibile, cos√¨ al 16′ i padroni di casa accorciano le distanze su tiro libero. Dopo pochi minuti agguantano il pareggio su un’azione rocambolesca, dapprima a 5′ dalla fine è ancora tiro libero ospite per la segnalazione di un fallo inesistente, ma stavolta la palla finisce a lato. A pochi secondi dalla fine, l’acerrano Bigliardo stoppa di petto, l’arbitro vede un fallo di mano,e stavolta i padroni di casa passano in vantaggio, sul quale finisce la prima frazione di gara. La ripresa parte con gli ospiti sottotono, il colpo subito prima della fine li tramortisce e faticano a rialzarsi, subendo la rete del 4 a 2. Il gol subito sprona i ragazzi di mister Rescigno che iniziano ad attaccare a testa bassa, ci provano in tutti i modi a riaprire la gara, ma la poca precisione sotto porta e le parate dell’ottimo portiere avversario salvano la Folgore San Vincenzo. La gara si riapre al 15′, quando Puzone dopo pochi secondi dal suo ingresso in campo sigla il 4 a 3. Il ritmo non cambia: il Club New 900 attacca e la Folgore si difende. Al 18′ è il palo a negare la gioia del gol agli ospiti, che avrebbero meritato il pareggio, è ancora protagonista al 23′ il signor Elefante, di sicuro il migliore in campo, la giacchetta nera inverte i falli mentre padroni di casa e ospiti assistono basiti. Il direttore di gara anzichè assegnare il quinto fallo agli ospiti, regala una punizione al limite dell’area di rigore ai padroni di casa, i quali dimenticano l’episodio di fair play del primo tempo, in cui Piscopo solo davanti al portiere butta la palla fuori permettendo i soccorsi ad un avversario a terra. Allora con furbizia e maestria realizzano il momentaneo 5 a 3. La squadra ospite resta compatta e cerca costantemente di rimettere in pari il match, ma in sequenza prima Puzone, poi De Clemente, infine Bigliardo sono poco fortunati sotto rete. A tre minuti dalla fine è De Clemente ad eludere due avversari ed essere atterrato in area di rigore. L’arbitro fischia il rigore, che Bigliardo insacca, ma pur convalidando la rete non assegna il fallo cumulativo, nell’occasione la sua giustifica era precisa: “Qualora il vantaggio si trasforma in gol, il fallo non è cumulabile”. Una nuova regola creata per l’occasione! I minuti finali sono tutti di marca ospite, con il Club New 900 che non riesce a pareggiare, il tempo si esaurisce e la gara termina sul risultato di 5 a 4 per la Folgore, che aggancia proprio gli acerrani in testa alla classifica. Una gara difficile da digerire specie per il modo in cui è giunta la sconfitta, ma rammaricarsi non serve a molto, adesso bisogna già pensare a riprendere il cammino dalla prossima gara.

Comunicato Stampa New Club 900 Acerra