Epitaffio. Espugnata Ceppaloni con una prova maiuscola, nel mirino c’è l’Ariano

Partita maschia ed emozionante quella andata in scena a Ceppaloni tra le due pretendenti al salto di categoria. Epitaffio che affrontava questa sfida senza Capitan Ciullo e Pallotta per problemi muscolari e che perde anche Esposito dopo 10 minuti. Primo tempo che vede una fase di studio con il Ceppaloni a fare la partita e un Epitaffio coriaceo in difesa guidati da un Riola versione The Wall e si affida alle sfuriate di Rubertà in avanti. Poi il direttore di gara decide di ergersi a protagonista e nel giro di 5 minuti ammonisce due giocatori per squadra innervosendo una partita maschia si, ma corretta. Il tempo si chiude con Pietrovito chee ipnotizza Federici su un tiro libero a favore del Ceppaloni.
Il secondo tempo inizia con un assedio degli uomini di casa che concludono più volte verso la porta di un Pietrovito insormontabile quest oggi, ma che dopo dieci minuti non può nulla sul destro di Federici chee porta il Ceppaloni sull’ 1-0. Il gol sveglia l ‘Epitaffio che alza il suo baricentro e al 20esimo arriva al pareggio con Maio bravo a chiudere sul secondo palo. Gli ultimi dieci minuti sono bellissimi con le due squadre che non si accontentano del pari e il Ceppaloni ci prova in più di un occasione, ma Pietrovito erge un muro davanti a sè e sbarra la strada agli avanti di casa. E come la legge del calcio spesso insegna, a 3 minuti dalla fine su una ripartenza sbagliata del Ceppaloni, un Riola superlativo ruba palla e la dà a Rubertà che si esibisce in uno slalom fantastico e con un colpo sotto mette alle spalle del portiere. Apoteosi per l’Epitaffio che porta a casa tre punti pesanti in una sfida che l’ha visto soffrire, andare sotto e, senza perdere la testa, ha capovolto l’esito di questa partita.
Prima di chiudere permettetemi un plauso speciale ai vari Maio, Pedicino, Petrucciani e Parente che oltre ai già citati Pietrovito, Rubertà e Riola sono stati artefici di una prova maiuscola senza far rimpiangere gli assenti. Appuntamento sabato prossimo con la Gioventù Ariano per chiudere l’anno in bellezza.