Domina Neapolis. Sconfitta col Salento, finale acceso

La Domina Neapolis perde contro il Salento al termine di una partita rocambolesca. Nella ripresa gli animi si surriscaldano troppo e nel finale ne viene fuori anche una rissa. Si decide tutto nel secondo tempo, dopo una prima frazione piuttosto noiosa. Unica emozione del primo tempo è il tentativo portato da Balletta, ben servita da Polverino, che però trova il salvataggio dell’estrema locale. Al 58′ Valenzano porta le sue compagne avanti nel punteggio con un eurogol da fuori (tiro forse deviato) che non lascia scampo a Balbi: gol molto simile a quello di Polverino che la scorsa giornata aveva steso la Lazio. Tre minuti dopo la stessa Valenzano viene espulsa per un fallo su Apicella. E’ da qui che gli animi iniziano a surriscaldarsi e il match si innervosisce per qualche entrata troppo dura delle calciatrici salentine; ne fa le spese anche mister Franchini, allontanato dalla panchina al 69′. Nel frattempo capita sui piedi di Fiengo una ghiotta occasione per pareggiare, ma l’attaccante manda fuori; due minuti dopo Testa impegna severamente il portiere di casa su punizione; al minuto 81 un gollonzo spegne ogni tentativo di rimonta delle napoletane: un tiro dalla distanza, senza particolari pretese da parte di Paolo, fa un rimbalzo strano e inganna Balbi: il pallone si insacca per il 2-0 finale; qualche minuto dopo l’episodio che scatena il brutto epilogo della gara. Zaccaria entra in maniera dura su Napolitano che reagisce: ne nasce un parapiglia che coinvolge anche altre calciatrici e costringe l’arbitro a decretare la fine del match con qualche secondo di anticipo. Nella circostanza il direttore di gara espelle Napolitano, autrice della reazione ed, inspiegabilmente, anche Balbi e Ciambriello.

Antonio Izzo

Ufficio stampa A.S.D. Domina Neapolis Academy

Condividi