Coppa Italia, Barano-Gragnano 2-0: succede tutto nella ripresa, esordio amaro per i gialloblù

Inizia con una sconfitta la stagione 2019/2020 del Gragnano, che nella seconda giornata della fase a gruppi della Coppa Italia Eccellenza e Promozione ha perso 2-0 in quel di Barano d’Ischia.

Padroni di casa in campo con Di Chiara, Sirabella, Marotta, Vincenzi, Capuano, Mangiapia, Selva, Di Spigna Cuomo, Grimaldi e D’Antonio. Mister Belmonte ha risposto invece con: Marino, Apuzzo, Liccardi, Sorrentino, Auriemma, Rinaldi, Fusco, Martone, D’Anna, Visconti, Annunziata.
Il match del Don Luigi Di Iorio cammina sui binari dell’equilibrio nella prima frazione di gioco – che infatti si conclude sullo 0-0 – salvo poi pendere dalla parte baranese intorno all’ora di gioco. I ragazzi di mister Gagliotti trovano infatti il micidiale uno-due tra il 58′ e il 61′, prima con Grimaldi e poi con D’Antonio.

Grazie a questa vittoria, il Barano aggancia la Sibilla Flegrea al primo posto del girone 1 a quota tre punti, con quest’ultima a cui basterà un pareggio settimana prossima col Gragnano per passare il turno. Per i gialloblù servirà un miracolo: vincere con tre gol di scarto tra le mura amiche del San Michele.

Al termine dell’incontro, sui ufficiali del club, ha rilasciato alcune dichiarazioni il Direttore Sportivo Enzo Agliano: “Sapevamo che sarebbe stato un avvio difficile e complicato visto che siamo partiti molto tardi rispetto alle altre formazioni. Oggi avevamo anche alcuni giocatori importanti acciaccati ed abbiamo preferito non rischiare nulla. A prescindere da questo la squadra ha disputato una buona partita per un’ora poi la prima rete ci ha un po’ spezzato le gambe e le forze comprensibilmente sono iniziate a diminuire essendo l’esordio stagionale. Ci dispiace aver iniziato con una sconfitta ma non demordiamo, sappiamo di dover ancora completare la squadra ma sono certo che domenica contro il San Giorgio ci faremo trovare più pronti. Meglio avere qualche piccola difficoltà all’inizio ma lavorare per il lungo periodo che invece agire d’impulso e magari fare il passo più lungo della gamba. Aspettiamo domenica i nostri tifosi al “San Michele”, con loro al nostro fianco riusciremo ad andare oltre ogni difficoltà“.

Condividi