Cavese. Un solo precedente con la Viterbese Castrense

È un confronto senza passato quello tra Cavese e Viterbese Castrense. La compagine metelliana guidata da mister Giacomo Modica e la formazione gialloblù allenata dall’ex blufoncé Agenore Maurizi domenica pomeriggio alle ore 15:00 si affronteranno al Simonetta Lamberti per la seconda volta nella storia (5^ giornata del girone C di Serie C).

L’unico incrocio, tra l’altro recentissimo, fra le due formazioni risale alla stagione 2018/19. Annata in cui a guidare dalla panchina i metelliani era proprio il trainer Giacomo Modica, tornato al timone della squadra di Cava de’ Tirreni la scorsa estate. Le strade di Cavese e Viterbese si incrociarono per la prima volta il 17 febbraio 2019. A guidare la compagine laziale, composta da calciatori dal passato importante come Coda, Pacilli, Palermo e Luppi, allora era Antonio Calabro. Il club gialloblù sbarcò in quel di Cava de’ Tirreni con i favori del pronostico. Tuttavia, la Cavese quel giorno dimostrò il proprio valore, lottando alla pari con la compagine laziale.

Infatti, a rompere gli indugi fu proprio la squadra di Modica portandosi in vantaggio grazie alla rete di Fella, arrivata dopo 18 minuti di gioco. L’allora ala sinistra dei blufoncé, adesso in forza all’Avellino, andò in gol mostrando grande freddezza capitalizzando un’azione sopraffina partita da un ispiratissimo Rosafio. Nonostante la rete dell’1-0 dei blufoncé, i laziali restarono in partita. Infatti, in pieno recupero furono proprio i gialloblù ad avere la chance per rimettere la gara sui binari giusti con un calcio di rigore di Pacilli, ma il trequartista dei laziali sciupò l’occasione scaraventando la sfera sulla traversa. Un pari che però la Viterbese trovò nella ripresa dopo aver rischiato più volte di subire il colpo del ko. I gialloblù trovarono la via del gol a 8 minuti dal triplice fischio. A regalare il pari alla Viterbese e a rifilare una grande beffa alla Cavese fu il gol firmato da Luppi.

Le due compagini avrebbero dovuto trovarsi una difronte l’altra anche nel precedente campionato (2019/2020). Ma la gara che si sarebbe dovuta giocare il 30 marzo per la 34esima giornata di Serie C non è andata in scena a causa della sospensione delle attività sportive procurata dalla pandemia da Covid-19.

 

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi