Casola. Cipriano Coppola: “Promozione? C’è fiducia. Vi parlo del gesto dei tifosi”

Il Casola attende con ansia l’ufficialità della promozione in Seconda Categoria. Un progetto nato verso fine estate, la scorsa, che ha visto l’importante e significativo impegno di Cipriano Coppola, navigato uomo di calcio, che ha deciso di ripartire dal basso accettando la sfida della Terza Categoria. In un’intervista apparsa nei giorni scorsi sulle colonne di Metropolis, l’ex dirigente di Libertas Stabia e Città di Gragnano snocciola l’argomento promozione, raccontando alcuni retroscena sulla piazza casolese.

“Siamo molto fiduciosi e in attesa delle decisioni che saranno ufficializzate dalla Lega”. – Esordisce l’esperto dirigente sportivo stabiese, che poi puntualizza – “Secondo i parametri da applicare, dovremmo essere primi, siamo messi bene anche negli scontri diretti, avendo battuto sia l’Atletico Nuceria che l’Atletico San Valentino. Quindi, sperando che non venga pescato qualche coniglio dal cilindro, siamo primi in tutti modi possibili, questa promozione ce la meritiamo tutta”. – Il discorso prosegue sulle dichiarazioni di Zigarelli che proporrà anche la promozione delle seconde classificate – “Ottima scelta quella del presidente, come tutte le altre proposte, tutte intelligenti e ponderate, che ha fatto, specialmente in questo momento. Per ampliare i gironi serviranno ripescaggi, ma le promozioni sul campo danno input diversi alle società. Questo è importante. Inoltre, spero che riducano i costi nella prossima stagione, del resto hanno risparmiato tanto con l’arrivo della pandemia”. – Un pensiero alla creatura Casola improntato sulla prossima stagione che sarà sicuramente quella di Seconda Categoria – “Mancavo in queste categorie da una vita. Ho osservato tanto le squadre per capire il livello e penso che la nostra rosa attuale possa ben figurare anche nel campionato di Seconda Categoria, puntando al vertice. Chiaramente serviranno rinforzi, un puntellamento mirato dei reparti. La squadra, però, ha già un buon livello, gioca bene ed è ben organizzata. Le partite che abbiamo perso è perché ci abbiamo messo il nostro per non farle finire in nostro favore. Il mio sogno è quello di fare un discorso e un cammino simile a quello che feci con la Libertas Stabia. Qui ci sono le condizioni per farlo, un ambiente di lavoro ottimo, con una piazza calda che ci è sempre vicina” . – Proprio sui tifosi Coppola svela un retroscena di inizio stagione – “Appena sono arrivato qui, ho coinvolto subito la tifoseria e poi l’intero paese. I tifosi si sono attivati per aiutare la società a reperire dei fondi, grazie ad una colletta tra i commerciati, che ci ha aiutato tanto in questa stagione e sono sicuro che si ripeterà anche nella prossima. Abbiamo portato entusiasmo in città”. – La chiosa con una speranza personale – “Sicuramente non ci saranno problemi con l’iscrizione, ma spero di coinvolgere qualche mio amico dal punto di vista societario”.

Condividi