Cales Sporting Club. Prima vincente in Coppa, 6-1 allo Sport e Vita Vitulazio

Vitulazio: Federico, Sorrentino, Rossi, Scialdone, Pezzulo G., Pezzulo C., Mirra, Carusone, Palma, Morrone, Antropoli, Natale. Allenatore Christian Lagnese.

Cales Sporting Club: Capuano, Cangiano, Capezzuto A., Ricciardi, Salerno, Vito, Cioppa, Benza, Bovenzi, Ruozzo, Monfreda. Allenatore Mario Cipro.

C’era molta curiosità intorno al nuovo assetto della squadra di Calvi Risorta, guidata quest’anno da Mario Cipro che, abbandonata la voglia di esperienze esterne, ha accettato le offerte del presidente Massimo Zona mettendosi alla guida della squadra di casa, fondata insieme con lui nel lontano 1994.

E in fondo l’essenza e la filosofia di questa squadra sta proprio qui, nel concentrare gli sforzi su una delle scuole di calcio a 5 più antiche e fiorenti di tutta la Campania ed aiutare i giovani a crescere e a sviluppare il proprio potenziale con calma e serenità, senza alcuna ansia di dovere raggiungere tutto e subito.

Cos√¨ è stato l’anno scorso in serie D, cos√¨ sarà quest’anno in C2.

Ma mentre l’anno scorso nel girone di andata si è pagato a caro prezzo l’inesperienza e la poco assuefazione di tanti giovani alle durezza di un campionato ostico, riscattando poi la stagione con un girone di ritorno veramente trionfale, quest’anno mister Cipro, che fa della concretezza e della pragmaticità il suo credo sportivo, ha chiesto ed ottenuto dal suo presidente l’innesto di nuovi elementi che potessero irrobustire la già valida architettura del sodalizio.

Già ieri si sono visti in campo i miglioramenti auspicati, con l’innesto di Gianluca Cioppa nel ruolo di pivot offensivo, che lui interpreta nel migliore dei modi, e di Pablo Benza, universale di altissimo valore richiamato per l’occasione dall’Argentina, dove abitualmente risiede.

Se a ciò si aggiunge l’apporto sempre notevolissimo dei giovani rampolli di Calvi Risorta e cioè di un immarcabile furetto come Francesco Vito, autore di due pregevoli reti, di un universale fantasioso come Fabrizio Salerno, autore anch’egli di una segnatura, di un portiere, Antonio Capuano che dà sicurezza e tranquillità a tutto il reparto e si permette il lusso di segnare una rete stupenda e di mancarne un’altra di un soffio e del suo vice Mario Cangiano, titolare della squadra Juniores, che in pochi minuti è stato autore di tre interventi prodigiosi, nonch√© dei vari Baldino Monfreda, velocissimo e autore di una bella rete, Stefano Ricciardi, juniores in netta crescita, di Daniele Bovenzi, classe 1996 e tecnica da vendere, di Gennarino Ruozzo, universale di rango ieri utilizzato con molta parsimonia dal mister visto il recente infortunio patito in allenamento e il ultimo, ma non certo per importanza, del capitano Armando Capezzuto, roccioso e insuperabile lottatore, si può capire che ieri lo Sport e Vita di Vitulazio, cui il mister Christian Lagnese ha concesso un vasto turn over, non poteva resistere più di tanto alle folate devastanti degli avanti caleni. Tre a zero il primo tempo, con due reti di Francesco Vito e di Baldino Monfreda, tra a uno nella ripresa con reti di Fabrizio Salerno, del portiere Capuano e di un’autorete, cui replicava l’unica rete del Vitulazio firmata da Gianmarco Pezzulo.

Mercoledì prossimo la replica per decidere la vincitrice del girone a tre, a Casagiove contro il Cus Caserta di mister Ventimiglia, vittorioso da parte sua nella prima giornata del suo campionato di C1.