Benevento-Udinese 2-4. Sanniti crollano al Vigorito, bianconeri calano il poker

Non è un momento tranquillo per il Benevento, che cade tra le mura amiche del Vigorito contro l’Udinese. I sanniti subiscono la sedicesima sconfitta consecutiva, complicandosi la corsa alla salvezza.

VIOLA TIENE A GALLA I GIALLOROSSI – Partenza in salita per il Benevento, che nel giro di quattro minuti passa in svantaggio. De Paul cerca e trova Molina, che da posizione defilata trova la diagonale giusta per fulminare Montipò sul palo lontano. La reazione non arriva, anzi, i sanniti sembrano soffrire, specialmente sulla fascia destra, Viola prova a scuotere i suoi su calcio di punizione, ma Musso fa buona guardia. L’estremo difensore argentino si supera pochi minuti più tardi su Glik, che a botta sicura vede negarsi il pareggio. Gli uomini di Inzaghi cresce ma perdere Sau per infortunio, al posto dell’ex Cagliari entra Gaich. Trascorsa la mezz’ora, ancora De Paul illumina Molina, che serve Arslan in area e arriva così il raddoppio dei friulani. Risponde subito il Benevento, che beneficia di un calcio di rigore per atterramento di Lapadula da parte di Musso. Dal dischetto si presenta Viola che non sbaglia e riapre il match. Stregoni vicini al pareggio con Caldirola, ma il portiere bianconero non si lascia sorprendere. La prima frazione di gioco volge al termine, con un Benevento in netta crescita che rincorre il pareggio.

CROLLANO I SANNITI – Al ritorno dagli spogliatoi Inzaghi tira fuori Viola per Schiattarella. Il risultato cambia ancora nelle battute inziali, proprio come nel primo tempo a segnare è l’Udinese, con Stryger Larsen che di testa manda in rete un assist di Da Paul. Il Benevento prova credeci e grazie anche ai cambi cerca di riaprire i conti. Gli uomini di Gotti prima trovano un palo con Pereyra e dopo firmano il poker con Braaf. Sanniti sembrano tramortiti, ma Lapadula riaccente gli animi realizzando la seconda rete giallorossa su assist di Iago Falque.

TABELLINO DI GARA
BENEVENTO – UDINESE: 2-4 (1-2 pt)

Benevento (3-5-2): Montipò; Glik, Barba, Caldirola; Depaoli (56′ Ionita), Viola (46′ Schiattarella), Dabo (70′ Insigne R.), Hetemaj (56′ Iago Falque), Improta; Lapadula, Sau (23′ Gaich). A disposizione: Manfredini, Lucatelli, Pastina, Diambo, Di Serio. Allenatore: Inzaghi F.

Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Nuytinck; Molina, De Paul, Walace, Arslan (56′ Makengo), Stryger Larsen (70′ Samir); Pereyra; Okaka (70′ Braaf). A disposizione: Scuffet, Gasparini, De Maio, Zeegelaar, Ouwejan, Macin, Forestieri, Llorente. Allenatore: Gotti

direttore di gara: Mariani della sezione di Aprilia.
assistenti: Scarpa della sezione di Reggio Emilia e Rossi C. della sezione di La Spezia
quarto ufficiale: Marchetti della sezione di Ostia Lido
VAR: Doveri della sezione di Roma 1
AVAR: Longo della sezione di Paola

marcatori: 4′ Molina (U), 32′ Arslan (U), 34′ rig. Viola (B), 50′ Stryger Larsen (U), 73′ Braaf (U), 83′ Lapadula (B)

ammoniti: Musso (U), Walace (U), Schiattarella (B)
espulsi: //
angoli: 10-2
recuperi: 5’pt, 4’st

LA CLASSIFICA

PosTeamGVPSGFGSDRPts
100000000
200000000
300000000
400000000
500000000